A Rocco Catalano e Vittoria Scote i premi nazionali Villani e Nuvoletti

21


POTENZA – Sono andati a Vittoria Scote dell’azienda Boschi e Contrade, e a Rocco Catalano, rispettivamente i premi nazionali Villani e Nuvoletti, attribuiti dalla delegazione potentina dell’Accademia Italiana della Cucina (Istituzione Culturale della Repubblica Italiana). 

La consegna dei premi, consistenti in una pregevole opera grafica “ad personam”, è avvenuta durante la consueta cena per lo scambio degli auguri di Natale presso la vineria Sottapera, a Potenza.

Il premio “Giovanni Nuvoletti”, intitolato allo scomparso Presidente “Rifondatore” Giovanni Nuvoletti Perdomini, è riservato alla persona, ristoratore, organizzazione che abbia contribuito in modo significativo alla conservazione, conoscenza e valorizzazione della buona tavola tradizionale del proprio territorio. La delegazione di Potenza, guidata dalla dottoressa Annapaola Vergari, per il 2019 lo ha assegnato a Rocco Catalano“romantico assaggiatore e narratore di vini e storie di cibo di periferia, da sempre appassionato di ricerca e selezione di piccoli produttori di grande qualità”, come descrive egli stesso la sua attività di scrittore e collaboratore freelance per Identità Golose, Le Guide di Repubblica, Luciano Piganataro, USB, Universosud.

Il premio Dino Villani, intitolato alla memoria di uno dei Fondatori e a lungo Vice-presidente dell’Accademia, è riservato ai titolari delle aziende artigianali o piccolo-industriali che si distinguono da tempo nella valorizzazione dei prodotti alimentari italiani con alti livelli di qualità. 

Vittoria Scote, titolare dell’azienda agricola e di trasformazione “Per Boschi e Contrade”, creata dai genitori e portata avanti con i fratelli, con sede a Sarconi ma presente con i suoi prodotti artigianali in numerosi punti vendita della regione, ha ricevuto il premio soprattutto per la famosa Fasoldò, crema dolce di fagioli rigorosamente di Sarconi coltivati ed essiccati come un tempo, riconosciuto prodotto artigianale eccellente dalla delegazione potentina dell’Accademia.