Antonio Santangelo è uno dei pochi artigiani del centro storico di Potenza. Inizia a lavorare all’età di 15 anni come aiutante di Tonio Siciliano, il parrucchiere per signore che gestiva un salone ubicato in via Pretoria n. 23.

Nel 1970 Tonio muore in un incidente stradale. Antonio continua a lavorare con la famiglia del suo maestro fino al 1975, anno in cui rileverà l’attività in società con un altro parrucchiere di Salerno con il quale apre il suo primo salone con l’insegna “Enzo e Antonio”.
Dopo il terremoto del 1980 il salone viene trasferito al civico 41, nell’attuale sede. Antonio scioglie la società con l’amico campano e nel 1999 apre “Antonio Parrucchiere per Signore”.
Originario di Vaglio, sposato, due figli, Antonio si è preso cura ed ha acconciato buona parte delle signore del centro storico di Potenza.
“Gestisco il mio salone, con l’aiuto di mia moglie, da 38 anni e faccio questo mestiere da quando ne avevo 15 – racconta il signor Antonio – La mia vita in pratica è legata da sempre al mio salone e alla strada che da tanti anni mi ospita. Sono cambiate molte cose in questi anni, non si lavora più come una volta ed è difficile sperare che i miei figli possano proseguire la mia attività”.
La speranza di Antonio è comunque quella di una rifioritura del centro storico di Potenza che possa rinvogliare la gente a tornare a fare acquisti nell’unico centro commerciale naturale della città.

Raffaele Antonio Santangelo
Raffaele Antonio Santangelo