Durante la gara del Campionato di serie D Potenza-Andria giocata domenica 23 novembre 2014, mentre incitava i nostri colori nel settore ospite a noi riservato dello stadio “Viviani”, un tifoso della Fidelis veniva colto da un improvviso malore.
Trasportato all’ospedale del capoluogo lucano e sottoposto ai controlli di rito, i medici del locale nosocomio hanno ritenuto opportuno trattenere sotto osservazione il tifoso biancoazzurro almeno per la notte. Con lui, a fargli compagnia, sono rimasti due ragazzi della Nord che in seguito hanno ricevuto con piacere la visita di alcuni responsabili della Curva potentina. Con grande solidarietà i ragazzi rossoblù potentini nonostante tra le due tifoserie non ci fosse alcun tipo di gemellaggio, si sono offerti di ospitare a proprie spese i due andriesi rimasti nonché a garantire al nostro tifoso ricoverato tutto il necessario per affrontare la degenza.
In un mondo dove la parola “Ultrà” è solo, erroneamente, sinonimo di violenza, in uno Stato repressivo che ci vede come pericolosi delinquenti da debellare, i ragazzi di Potenza hanno dato dimostrazione di che siano veramente gli Ultrà nonché prova di grande mentalità.
Massimo rispetto per voi!!!
 
Comunicato stampa: Curva Nord Andria