Le attività sono iniziate dopo una prima fase organizzativa che ha coinvolto i diversi attori del progetto: Leopoldo Desiderio, presidente regionale del Coni di Basilicata, Roberto Urgesi, componente della giunta regionale del Comitato e presidente della Federnuoto, il sindaco di Castelmezzano, Nicola Valluzzi, il vice sindaco, Maria Santoro, l’assessore Lucio Barbaro Iosco, il consigliere comunale con delega allo sport e all’associazionismo, Michelangelo Solvo, alcuni giovani del posto da coinvolgere nel progetto.
DSC_0457
Scopo del progetto nazionale del Coni, “Luoghi di sport”, è quello di educare grandi e piccini all’attività motoria come strumento per vivere in modo sano, soprattutto in quelle realtà dove mancano del tutto associazioni e società sportive.
Grande soddisfazione ha espresso il primo cittadino di Castelmezzano Nicola Valluzzi che ha sottolineato l’importanza dello sport come sistema educativo per i giovani. “Trentatré bambini che iniziano un’importante attività sportiva è un grande risultato se rapportato ai nostri numeri – ha dichiarato Valluzzi – La nostra volontà, e quella del Coni, è però anche quella di coinvolgere i genitori e i nonni”.
luoghi di sport
“Come Comitato Regionale Coni abbiamo avviato questo progetto, in partnership con quattro Comuni lucani, Castelmezzano, Trivigno, Ginestra e Valsinni, al fine di valorizzare l’aspetto educativo, sociale e culturale del contesto sportivo”, ha dichiarato il presidente del Coni, Leopoldo Desiderio.
“Dopo l’incontro con il sindaco Giuseppe Pepice, il vice sindaco, Pompa Fiorella, e alcuni rappresentanti di associazioni e enti di promozione sportiva, martedì 3 febbraio, Luoghi di sport prenderà il via anche a Ginestra con le attività di ginnastica dolce per le donne della terza età”, ha continuato il presidente del Coni. “Il nostro obiettivo è quello di promuovere lo sport in tutte le sue forme – ha concluso Leopoldo Desiderio – per sviluppare interessi comuni per il bene comune”.

ginestra
L’incontro a Ginestra