Potenza-Catania non si gioca per un'aggressione

86

ORE 13.20 – IL COMUNICATO UFFICIALE DEL CATANIA

Il Calcio Catania rende noto che, nonostante la proprietà intendesse rinunciare alla disputa della gara con il Potenza alla luce del gravissimo episodio di violenza ai danni dell’amministratore delegato Pietro Lo Monaco, aggredito oggi da alcuni ultras catanesi, la squadra scenderà regolarmente in campo al “Viviani” alle ore 15.00. L’amministratore delegato Pietro Lo Monaco, pur profondamente scosso, ritiene infatti che alla violenza sia necessario e doveroso reagire coraggiosamente con lo sport. Al contempo, il Calcio Catania annuncia che nelle prossime ore sarà presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Catania, avente ad oggetto i numerosi fatti d’odio e di scellerata istigazione all’odio registrati in questi mesi.

AGGIORNAMENTO ORE 13.00

Presidente Caiata su Potenza-Catania: “Si gioca”

Le dichiarazioni del presidente del Potenza Calcio, Salvatore Caiata, su Potenza – Catania.

Relativamente alla partita di oggi, Potenza-Catania, volevo dire a tutti che la posizione del Potenza così come la posizione della Lega e della Federazione è quella che la violenza si batte sul campo. Per cui esprimendo piena solidarietà a Pietro Lo Monaco per la vile aggressione subita, noi saremo regolarmente sul campo e auspichiamo che il Catania faccia altrettanto. Da quello che noi sappiamo dovrebbe essere così. Per cui sarà un’altra bella giornata di sport”.

AGGIORNAMENTO ORE 12.00

È in corso un colloquio tra il club e gli organi di polizia per rivalutare la decisione presa dal Calcio Catania.

ORE 11.00

Dal sito ufficiale del Catania la rinuncia degli etnei a proseguire per Potenza dopo una vile aggressione. Ecco il testo integrale:

La vile e vergognosa aggressione subita oggi dall’amministratore delegato Pietro Lo Monaco da parte di ultras catanesi a bordo della nave traghetto durante il viaggio per raggiungere Potenza, già prevedibile alla luce dello striscione intimidatorio esposto in città e di quanto denunciato dal nostro amministratore delegato in occasione della conferenza stampa tenuta ieri, ci obbliga a fermarci. Conseguentemente, la squadra rientra a Catania.

In base alle informazioni raccolte da IAM Calcio Catania, il dirigente rossazzurro sarebbe stato raggiunto da una testata al naso con conseguente perdita di sangue e occhiali da vista rotti. Lo Monaco ha fatto ritorno a casa, a Villafranca Tirrena.

Seguiranno aggiornamenti.