Il Tribunale Nazionale della Federcalcio ha sanzionato su segnalazione della Covisoc il Matera Calcio infliggendogli 26 punti di penalizzazione e un’ammenda di 6.000 euro.
Se la memoria non c’inganna, è la più pesante penalizzazione che sia stata mai inflitta ad un club.

Inoltre lo stesso organo ha deferito l’attuale amministratore unico del Matera Calcio, Rosario Lamberti nonché Emanuele Taccardi Junior, ex amministratore unico del Matera Calcio nella precedente gestione societaria.

Con i precedenti punti di penalizzazione accumulati nel corso della stagione in corso per il mancato pagamento degli stipendi a dipendenti e calciatori, ammontano a 32 i punti di penalità inflitti alla società calcistica materana.

Di seguito il commento del presidente Rosario Lamberti (nella foto di copertina).

 “Paghiamo le colpe di una precedente gestione ma non voglio mollare. Sicuramente non possiamo rafforzare la squadra con giocatori esperti, ma a febbraio liberiamo il plafond con la cessione dei giocatori che sono in sciopero e per i quali non abbiamo avuto richieste. Ho già un accordo con il presidente Claudio Lotito, proprietario di Lazio e Salernitana per la cessione di giovani interessanti, che possono fare bene in Lega Pro. Adesso dovrà essere il Consiglio Federale a decidere le sorti del Matera Calcio. Se avremo la possibilità di andare avanti lo faremo con i cosiddetti “giovani di valorizzazione”, la squadra potrebbe cominciare ad allenarsi da giovedì prossimo. Adesso è l’unica possibilità che abbiamo per tenere in vita questa società e continuare a sperare in una salvezza