I tutor, che affiancheranno per un’ora al mese gli insegnati titolari di educazione fisica nella scuola primaria, si occuperanno anche di formarli in itinere. Il corso di formazione, organizzato dalla “Scuola dello Sport” del Coni di Basilicata, è stato tenuto da Giuseppe Scelsi, Rosa Massari e Antonio Iallorenzi, formatore del Cip, che hanno informato e formato i 95 tutor sportivi che inizieranno la loro attività presso gli Istituti a loro assegnati.

Da sinistra: Giuseppe Scelsi, Rosa Massari, Antonio Iallorenzi
Da sinistra: Giuseppe Scelsi, Rosa Massari, Antonio Iallorenzi

L’attività dei tutor sarà quella di armonizzare il lavoro dell’Istituto con il mondo sportivo territoriale, in collaborazione con i Dirigenti scolastici e gli organismi sportivi. Il progetto “Sport di classe” culminerà con due grandi momenti: il primo, “Giochi invernali”, si terrà a inizio febbraio, il secondo, “Giochi finali”, si terrà, invece, a fine anno scolastico. La finalità del progetto è quello di educare attraverso il corpo investendo la sfera cognitiva, affettiva, relazionale ed emotive e, in un secondo momento, con la reintroduzione del “gioco sport” si educherà  all’orientamento sportivo.
Il presidente del Coni, Leopoldo Desiderio
Il presidente del Coni, Leopoldo Desiderio

A conclusione della giornata formativa, il presidente del Coni, Leopoldo Desiderio, ha firmato i 95 contratti di collaborazione dilettantistica sportiva che prevedranno un corrispettivo di 150 euro per ogni classe assegnata a ciascun tutor, per un massimo di 30 classi.