Benché a maggio scorso gli fosse stato vietato di avvicinarsi e di comunicare con la sua ex fidanzata, vittima del suo atteggiamento persecutorio, un giovane di 27 anni di Acerenza ha continuato ostinatamente a farlo, rivolgendole, fra l’altro, frasi offensive.
L’ultimo episodio risale a qualche giorno addietro, allorquando il giovane, postando ancora una volta su facebook delle frasi indirizzate alla donna, pubblicizzandone la presenza a Vaglio Basilicata, in occasione della nota manifestazione enogastronomica, l’ha raggiunta e, alla presenza di numerose persone, le ha rivolto pesanti ingiurie. Analoghe frasi ingiuriose aveva continuato peraltro a rivolgerle anche telefonicamente, con chiamate anonime.
Per questo motivo, nel pomeriggio di oggi è stato arrestato dalla Squadra Mobile di Potenza, su ordine della Procura della Repubblica di Potenza, che ha eseguito la misura cautelare dei domiciliari, disposta dal Giudice per le Indagini Preliminari di Potenza.

Tribunale di Potenza
Tribunale di Potenza

Il giovane in passato si era reso responsabile di episodi più gravi per i quali era stato già arrestato.
In particolare, dopo ingiurie, diffamazioni, chiamate moleste, e persino aggressioni fisiche, aveva impedito alla donna di allontanarsi a bordo della propria autovettura, bloccando ogni manovra di uscita.
Precedentemente aveva inseguito lei e il suo nuovo compagno all’esterno di un locale di Oppido Lucano con l’intenzione di versargli addosso il contenuto di una bottiglia, contenete urina,  non riuscendoci solo grazie all’intervento di un amico della coppia.
La scarsa capacità di autocontrollo mostrata dal giovane aveva causato nella donna un forte stato di ansia e paura, vedendosi costretta nel tempo a cambiare le proprie abitudini di vita e a denunciare il tutto alla Polizia di Stato.
Di qui l’arrresto dello stalker.
Link sponsorizzato
Link sponsorizzato

time_square
Link sponsorizzato

Link sponsorizzato
Link sponsorizzato

link sponsorizzato
link sponsorizzato