“Parliamo di genere: nuove conoscenze di medicina, farmacologia e psicologia” è il tema del convegno che si terrà domani, sabato 15 giugno, a Potenza che si terrà a Potenza, il 15 giugno 2019, con inizio alle 8.30, nell’Aula Magna dell’Università degli Studi della Basilicata, Via Nazario Sauro.
Gli scopi dell’iniziativa sono stati ullustrati in una conferenza stampa dalla presidente dell’Associazione Italiana Donne Medico di Potenza, Elena Carovigno.
La Presidente Carovigno ha ringraziato la BCC per aver sostenuto l’evento e le socie dell’Associazione Donne Medico di Potenza per aver approvato l’iniziativa e per averla quindi resa possibile.

“L’Associazione Italiana Donne Medico – ha detto Carovigno – è nata nel 1921 a Salsomaggiore, come parte della Medical Women’s International Association, di cui ricorre quest’anno il Centenario della fondazione.
La Medicina di Genere non è la medicina delle donne, è una modalità moderna di cura che risponde ai bisogni di salute differenziati fra uomo e donna.”.
Fabio Amendolara ha sottolineato come la BCC, in quanto banca del territorio, per di più con una governance in rosa, nel Consiglio di Amministrazione, infatti, sono 7 le donne su 12 Consiglieri, non poteva mancare l’occasione di sostenere un’Associazione di professioniste che operano in campo medico, contribuendo così a promuovere la parità di genere.

Nel corso del convegno, il tema sarà analizzato dai relatori nei suoi vari aspetti, quali, ad esempio, i problemi legati alla farmacoterapia per Uomo e per Donna, alla rarità di genere in Basilicata;alla farmacoterapia dei disturbi dell’umore e capacità riproduttiva della donna.
Altri argomenti che saranno affrontati: le patologie croniche, le malattie reumatiche, il dolore acuto, le differenze d’approccio e di terapia dell’infertilità femminile e maschile nella sindrome metabolica.
Interverranno Gasbarrini, Caputi, Mencoboni, Carovigno, De Santis, Vezzani, Barbano, Fasano, Vezzani , Bisaccia, Pennacchio, Matone, Licchelli, Bochicchio, Siciliano e le psicologhe Signani e Labecca.

Alle 16,30 una tavola rotonda sul tema “Il ruolo del genere nelle patologie acute e croniche” che vedrà a confronto i dottori Milella, Dote, Orlando, Mauriello.

Il convegno, che si inserisce nell’ambito delle diverse iniziative realizzate o in programma in tema di Medicina di Genere, mira a stimolare il dialogo fra specialisti, informare e formare tutti i professionisti coinvolti, medici e professionisti i psico-socio-sanitari, per garantire una medicina sempre più personalizzata basata sulla centralità del paziente e a promuovere equità tra uomini e donne.

“Ci attendiamo – ha dichiarato in conclusione la Presidente Carovigno – di promuovere la cultura della medicina di genere, favorire la corretta informazione rispetto alle differenze di genere in medicina e favorire la comunicazione tra le varie branche mediche e le diverse figure professionali, sulle problematiche della medicina e salute di genere.”
Il convegno sarà concluso con contributi musicali a cura di Caterina Lobosco.

L’evento ha ottenuto il patrocinio dell’Ospedale Regionale “San Carlo”, dell’Università degli Studi della Basilicata, dell’Inner Weel Club di Potenza, degli Ordini dei Farmacisti, Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Potenza, degli Psicologi della Basilicata.