“Il Consiglio regionale con un largo voto di approvazione della legge di assestamento del Bilancio di previsione per il triennio 2015/2017, sceglie la salvaguardia dei servizi pubblici essenziali, la garanzia della tenuta socio-istituzionale del territorio surrogando alle responsabilità dello Stato che ha deciso, in maniera approssimata, di scaricare sulle Regioni costi e incongruenze di una riforma ordinamentale che ha messo a dura prova la vita quotidiana di lavoratori, cittadini e imprese”. Lo dichiara il Presidente dell’UPI di Basilicata, Nicola Valluzzi.
“La decisione del Presidente Pittella – prosegue – di proporre al Consiglio un consistente intervento finanziario pluriennale a tutela dell’equilibrio dei bilanci ed a sostegno dei servizi pubblici essenziali gestiti dai Comuni e dalle Province costituisce un atto di coraggiosa responsabilità istituzionale nel difficile e quasi pregiudicato quadro finanziario del sistema pubblico complessivo. Rilevante è stata l’azione a sostegno dei nascenti Enti di Area Vasta– continua Valluzzi – e soprattutto per quello di Potenza al quale vanno oltre 12 Milioni di Euro per assicurare l’equilibrio di bilancio nell’anno 2015, compromesso dal corrispondente taglio imposto dalla legge 190/2014, oltre agli interventi indispensabili per la copertura finanziaria dei servizi erogati nel 2014 e del trasporto disabili 2015″.
“Sono stati mesi molto difficili – dichiara il presidente Valluzzi – terminali di un quinquennio terribile per il sistema delle autonomie locali italiane, strette nella morsa dei tagli e della delegittimazione politico-istituzionale. Nulla ancora è scontato, ulteriori sforzi dovremo fare per efficientare la nostra spesa e l’organizzazione del personale dei nostri Enti e molto dovrà, ancora, fare il Governo per eliminare gli assurdi ed insostenibili prelievi forzosi imposti sulle residue entrate delle Province previsti per il 2016 e il 2017. Ma, la leale condivisione d’intenti testimoniata dalla scelta dell’Assemblea Regionale con il voto sull’assestamento di Bilancio, rende possibile la difficile revisione di un sistema pubblico che dovrà evolversi superando vizi e difetti che lo hanno condotto all’attuale crisi”.
“In conclusione – sottolinea il Presidente Upi Basilicata, Valluzzi – un doveroso e non rituale ringraziamento per il lavoro e il risultato conseguito vanno al Presidente Marcello Pittella, alla Giunta, ai dirigenti e ai funzionari degli uffici coinvolti con in testa la Direzione Generale della Presidenza ed al Presidente dell’assemblea e ai Consiglieri regionali che hanno saputo assumersi responsabilità istituzionale interpretando in maniera efficace e lungimirante la loro funzione”.