Come anticipavamo in altra parte del giornale, alcuni consiglieri del centro sinistra di Potenza hanno sottoscritto un documento con il quale si dichiara apertamente di “impegnarsi a sostenere l’azione di governo”: un vero e proprio appoggio politico al sindaco De Luca e probabile ingresso in giunta.
Il documento, circolato in serata tra gli addetti ai lavori, è stato sottoscritto da Giampiero Iudicello, Carmen Celi, Vincenzo Telesca, Luigi Petrone (Pd), Rocco Summa (Realtà Italia), Bianca Andretta, Donato Nolè (Insieme si Cambia), Sergio Potenza, Pietro Calò (Popolari Uniti), Roberto Falotico, Vincenzo Lofrano, Felice Scarano (Potenza Condivisa).
documento 2
Riportiamo qui di seguito il documento
“Ormai è davvero molto tempo che la città attende di conoscere le sorti dell’amministrazione. L’evolversi della situazione politica delinea un quadro non edificante.
I consiglieri comunali, anche per via del risultato elettorale, hanno avuto sin dall’inizio un percorso molto accidentato e difficile sul piano politico-amministrativo.
Come primo atto si sono trovati a dover ratificare un bilancio consuntivo 2014, bilancio riferito all’operato dei predecessori. Senza batter ciglio hanno adempiuto al loro “dovere”. Poi, documenti alla mano, si sono trovati a discutere dell’impossibilità di far quadrare i conti e del successivo dissesto. Anche qui si sono assunti lle loro responsabilità senza se e senza ma.
Qualche tempo dopo, si sono trovati ad adottare provvedimenti impopolari, tutti conseguenti alla dichiarazione di dissesto, come gli aumenti delle tariffe e i tagli poderosi. Ancora una volta, senza se e senza ma, si sono assunti le loro responsabilità ed hanno tirato dritto pensando che la città sarebbe risorta. Insomma nel corso dell’anno e mezzo dall’inizio della consiliatura il Consiglio Comunale ha votato per il bene della città tutti i provvedimenti proposti dalla Giunta comunale. E’ sufficiente ricordare solo il programma pluriennale del trasporto locale e lo schema di bilancio riequilibrato 2014-2017.
Insomma, tutti senza distinzione alcuna, hanno lavorato per il capoluogo, ben consapevoli del suo ruolo strategico nel panorama regionale.
Qualcuno avrà da ridire a riguardo, specie se appartenente alla categoria dei non eletti o degli esclusi dalla gestione. Ad ogni modo i “giovani” consiglieri comunali di Potenza hanno sempre adempiuto ai doveri, cercando di fare del loro meglio e cimentandosi nelle risposte migliori.
All’uopo è bene richiamare il lavoro svolto durante la riprogrammazione dei 26 milioni di euro di fondi europei per gli interventi in città e il risultato raggiunto: aver evitato la revoca dei finanziamenti.
In buona sostanza, dal lavoro svolto emerge in maniera espressa anche un’idea di città. Di ciò però non si parla.
I sottoscritti Consiglieri Comunali, onde evitare di essere considerati ostaggi di dinamiche tutte esterne al Consiglio Comunale, con grande senso di responsabilità e sulla scorta delle linee programmatiche contenute nel cd. “documento dei 24”, chiedono al Sindaco della città di Potenza, Dario De Luca, di procedere al varo di un esecutivo completo e all’uopo s’impegnano a sostenere l’azione di governo”