Per Gianni Rosa, capo gruppo al Consiglio regionale di Lb-Fdi, “è assurdo che la Regione Basilicata abbia deciso di spendere 207.400 euro per l’acquisizione del servizio di gestione di pagine dei più famosi social network”. “Lo scopo – dichiara Rosa – è propagandare le iniziative promosse dalla Giunta Regionale e dal presidente. La determinanazione dirigenziale del Dipartimento del presidente prevede che avvenga mediante cottimo fiduciario per la durata di 18 mesi”.
gianni-rosa
Rosa precisa inoltre che “nella lettera di invito vengono definiti i requisiti speciali e la capacità tecnica dell’operatore, tra questi l’obbligatorietà di aver svolto nel triennio 2012-2013-2014 attività di gestione e manutenzione di pagine di social network per l’importo complessivo non inferiore a € 60.000. Inoltre vengono specificati anche il numero minimo di organico che il concorrente deve avere e le relative figure professionali. Sono evidenti – sostiene Rosa – i soliti requisiti restrittivi ad personam, costruiti su misura per l’amico di turno”.
“Insomma – aggiunge il capogruppo alla Regione di Lb-Fdi – per postare qualche foto su facebook, cinguettare su twitter e caricare video su youtube Pittella spenderà 76.600 euro in più della Camera dei Deputati”.
La Regione Basilicata non è nuova ad operazioni di questo tipo, infatti, lo scorso anno – ricorda Rosa – è stato affidato lo stesso servizio per l’ammontare di € 98.380,80 per parte dell’anno 2014 e parte del 2015, alla società Scai comunicazione srl, in passato già oggetto di nostre interrogazioni.