Le Donne Democratiche chiedono la rimozione del Direttore Generale dell’Arpab

E' accusato di mobbing gerarchico

1351

Venerdì 4 gennaio 2022 – “Le Democratiche di Basilicata esprimono massima solidarietà ai lavoratori tra cui quattro donne dell’Arpab che stanno subendo discriminazioni e abusi contrattuali”.

Lo sostengono in una nota con la quale danno pieno sostegno alla Consigliera Regionale di Parità l’avvocata Ivana Pipponzi “che in maniera decisa sta mettendo in atto l’azione di diffida nei confronti del datore di lavoro.I lavoratori dopo la denuncia continuano a subire mobbing gerarchico da parte del direttore generale Tisci”.

Non è la prima volta – denunciano le Democratiche di Basilicata – che dirigenti pubblici della nostra regione si rendono protagonisti di atti che hanno matrice discriminatoria e denotano assenza di cultura di genere.

Il presidente Bardi, e sarebbe un suo compito, farebbe bene a intervenire contro quello che si configura un vero e proprio illegittimo servizio del potere.

L’auspicio delle democratiche e che si arrivi alla condanna di tale condotta lesiva e che i lavoratori possano essere risarciti del danno in forma economica e tornare al svolgere in maniera serena il proprio lavoro.

Per ciò che riguarda il DG – conclude la nota – sia fatta giustizia e la politica che lo ha proposto lo rimuova.