Si attende solo la proclamazione ufficiale ma ormai la nuova giunta al Comune di Potenza è cosa fatta. I  componenti del De Luca Bis: gli uscenti Gerardo Bellettieri, Rocco Coviello, Annalisa Percoco e Luigi Vergari. I nuovi: Giampiero Iudicello, Donatella Cutro, Carmen Celi, Sergio Potenza e Roberto Falotico. La rinuncia di quest’ultimo all’incarico di vice sindaco (sarà Iudicello a svolgerlo) ha sbloccato la situazione, consentendo al sindaco De Luca di completare l’organigramma del nuovo esecutivo.
Il parto della nuova giunta al Comune di Potenza è stato lungo e travagliato soprattutto per le questioni interne al Pd, alle prese con il problema di trovare un accordo tra le varie componenti.
Qualche problema anche all’interno dei partiti che hanno sostenuto Dario De Luca in campagna elettorale (Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale e Lista Civica per la Città) che non hanno condiviso l’accordo del Sindaco con il Pd, rinnegando gli accordi sottoscritti.
Da parte sua, De Luca, ha sempre sostenuto che sia un suo dovere assicurare un governo alla città per i tanti problemi che bisogna risolvere.
De Luca
Il nuovo esecutivo lascerà certamente strascichi polemici sia da una parte che dall’altra, clima che si spera non si riverberi in Consiglio Comunale, condizionandone l’attività amministrativa.
Intanto si apre una questione di legittimità della nuova giunta per quanto riguarda la presenza di genere. La legge prevede che nei Comuni con popolazione superiore ai tremila abitanti, sia del 40 per cento. Se nella composizione del nuovo esecutivo si calcola anche il sindaco, la percentuale sarebbe inferiore. Non si escludono ricorsi al Tar.
Sul piano politico da registrare una dichiarazione dell’ex sindaco, Vito Santarsiero, il quale chiede di  sapere “chi tratta per il Pd e quale organismo politico ha deciso in merito”.
Insomma in casa democratica le acque rimangono ancora agitate.