Il veronese Gianni Dal Moro neo commissario del PD lucano: “Arrivo in Basilicata, umilmente, partendo da Antonio, dalla sua passione e dalla sua intelligenza politica”

472

Sabato 3 aprile 2021 – “Sono stato nominato da Enrico Letta Commissario del Partito Democratico della Basilicata. La richiesta mi era già stata fatta dal Segretario Zingaretti. Confesso che dopo tantissimi anni di vita e di organizzazione, speravo di non dovermi più occupare direttamente di partito. Ho provato a resistere ma ad Enrico non potevo direi di no! Mi è arrivata ieri l’ufficialità e inizio il mio non facile lavoro distante dalla mia città”.

Lo scrive in un post il neo commissario del Partito Democratico lucano, il veronese Gianni Del Moro.


“La Basilicata è una regione piccola, ma importante, per molto tempo governata dal centro sinistra, che negli ultimi anni ha subito diverse sconfitte – afferma il neo commissario – L’obiettivo è rasserenare il partito, spalancare porte e finestre per far entrare aria nuova, rilanciare l’attività politica e accompagnare tutti entro l’anno al congresso regionale. Inizio con questo ricordo:“il mio primo giorno da deputato uscito la sera dalla Camera dei Deputati in ora tarda entrai in un ristorante di Roma e incontrai dentro il locale un signore che riconoscendomi mi disse: “è sempre una bella impressione quando si entra nell’aula della Camera dei Deputati per la prima volta, se vuoi mangia con me che ti aiuto a capire il Palazzo”. Finimmo alle due di notte. Si chiamava Antonio Luongo deputato della Basilicata già segretario regionale del Pd scomparso troppo presto. Arrivo in Basilicata, umilmente, partendo da Antonio, dalla sua passione e dalla sua intelligenza politica”, conclude Del Moro.