Il "coordinamento delle contrade" chiede certezze al Comune di Potenza

50

Si chiama “coordinamento delle contrade” la nuova realtà costituita a Potenza che si pone l’obiettivo di fare rete tra le diverse contrade del capoluogo per affrontare in maniera coordinata e coesa le disfunzioni che interessano l’hinterland potentino.

I cittadini delle contrade, che da anni vivono situazioni di disagio dovute e diversi fattori, chiedono a gran voce che i loro interessi siano ascoltati e i loro problemi risolti. Non a caso il luogo scelto per la conferenza stampa di questa mattina è stata la sala dell’arco del Palazzo di Città, un modo per offrire “a questa città ed a questa amministrazione un contributo ed un esempio di partecipazione democratica e civile che consente a tutta la città di liberarsi di una consuetudine che tende a focalizzare l’attenzione sulle esigenze del singolo mettendo in second’ordine le necessità della collettività”.

Il coordinamento ha altresì predisposto un documento di proposte denominato “la Carta delle contrade”, già presentato in campagna elettorale agli aspiranti sindaci del capoluogo, ed oggi idealmente consegnato all’amministrazione cittadina.

Erano presenti all’incontro tra il pubblico i consiglieri comunali di opposizione Tramutoli e Andretta.

Di seguito l’intervista