#ELEZIONI2022 | Marco Zampino coordinatore della campagna elettorale del PD

339

Mercoledì 3 agosto 2022 – “Questa è la campagna elettorale più importante degli ultimi anni. Una frase fatta che abbiamo sentito spesso. Ma stavolta è più vera che mai. L’Italia rischia una deriva pericolosa sui temi che abbiamo più a cuore: i diritti e le libertà personali, il lavoro e la giustizia sociale, l’ambiente e la sostenibilità”.

Inizia così l’appello ai volontari democratici pubblicato su partecipa., il sito dedicato alla mobilitazione straordinaria per le elezioni di settembre. Volontari che saranno molto preziosi anche nella nostra terra lucana e che saranno coordinati da Marco Zampino, segretario dei Giovani Democratici Basilicata. 

Un segnale per ribadire come “la prima, essenziale, semplice verità che va ricordata a tutti i giovani è che se la politica non la faranno loro, essa rimarrà appannaggio degli altri, mentre sono loro, i giovani, che hanno l’interesse fondamentale a costruire il proprio futuro e innanzitutto a garantire che un futuro vi sia”.

La scelta di Zampino a coordinatore della campagna elettorale risponde pienamente al monito che Enrico Berlinguer lanciò ben 40 anni fa. Una scelta importante, dunque, che concilia l’impegno di rinnovamento generazionale con la competenza e l’esperienza necessarie per un ruolo così cruciale; ma anche una scelta che rappresenta il tenersi per mano di generazioni: rinnovamento e radicamento, nella cifra dell’unità che il nuovo corso del PD lucano ha delineato. 

Negli ultimi giorni, l’intero partito si è riunito, dai suoi segretari di circolo ai suoi amministratori, i giovani democratici e le donne democratiche, in un esercizio di democrazia che non appartiene a tante altre forze politiche in campo, si è confrontato e ha deciso di riprendere il cammino della buona politica, dell’intelligenza collettiva e della leadership condivisa, del rinnovamento e del radicamento, della valorizzazione di genere e generazione.

Si concluderanno oggi i congressi di circolo, pressoché unitari ovunque, carichi di entusiasmo. Così come i congressi provinciali che si concluderanno con le assemblee di inizio agosto. Anticiperemo la festa regionale dell’unità per offrire uno spazio di confronto pubblico.

E allora, adesso, cosa aspettiamo? È giunto il momento di mobilitarci insieme, “casa per casa, strada per strada”, per raccontare le nostre idee, la nostra proposta democratica, europeista e progressista e approdare così a una nuova società capace di rispondere convintamente ai bisogni di ogni persona.