I fondi, 350 mila euro, sono stati assegnati al Comune di Potenza allo scopo di  assicurare, per l’anno 2015, l’assistenza scolastica agli alunni diversamente abili frequentanti le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado della città capoluogo.
scuole
Lo prevede l’articolo 1 del disegno di legge regionale denominato “Variazioni urgenti al bilancio di previsione 2015/2017” approvato nell’ultima seduta dalla Giunta regionale. Il contributo andrà ad integrare le esigue risorse che l’amministrazione comunale di Potenza, per la ben nota situazione finanziaria, aveva destinato al servizio scolastico.
disabili
Il ridimensionamento di tali prestazioni avrebbe determinato drammatici effetti che si ripercuoterebbero sia sul processo di inclusione sociale dei bambini diversamente abili sia sulla situazione lavorativa degli  operatori dipendenti della cooperativa sociale, alla quale il Comune, per il 2015, ha affidato la gestione del suddetto servizio. Servizio che è stato ridotto a 42.000 ore a fronte delle 90.000 prestate nel precedente anno scolastico.
Il disegno di legge regionale prevede altri interventi.
L’articolo 2 modifica l’articolo 29 della legge regionale n. 27/2015 concernente la sottoscrizione delle quote consortili della società Consorzio Aeroporto Salerno-Pontecagnano. La variazione tiene conto del documento approvato dal Consiglio dei Ministri il 27 agosto 2015 in merito all’ individuazione degli aeroporti di interesse nazionale.
aaeroporto pontecagnano
La modifica normativa non comporta comunque alcun aumento della quota complessiva da sottoscrivere che rimane pari a 2.000.000 di euro.
Con il disegno di legge approvato, la Giunta regionale ha anche aumentato le somme destinate ad interventi urgenti finalizzati alla mitigazione del rischio sismico presso il Polo Ospedaliero di Tinchi.
ospedale tinchi 1x
Le somme attualmente stanziate per il Po di Tinchi (500 mila euro)  vengono aumentate a 1.750.000 mila euro.
Infine, con l’articolo 4, il Decreto Legge dispone, per il 2015, un contributo di circa 145 mila euro per la Sezione regionale dell’Osservatorio sui contratti pubblici dell’Autorità di Vigilanza. Questi organismi hanno il compito di collaborare con l’Anac e assicurare la massima trasparenza sugli affidamenti dei contratti pubblici, attraverso un monitoraggio degli stessi.