“Nei prossimi giorni ripartirà la discussione sulla proposta di legge in materia di prevenzione e contrasto del bullismo e cyberbullismo nelle Commissioni competenti”.
A darne l’annuncio sono i consiglieri regionale Mario Polese (Pd), Achille Spada (Pd), Giannino Romaniello (Gruppo Misto), Francesco Pietrantuono (Psi) e  Paolo Galante (Ri) dopo aver posto all’attenzione del Consiglio regionale di oggi “l’urgenza e la necessità di rimettere all’ordine del giorno delle Commissioni la proposta di legge, già tempestivamente consegnata e protocollata in data 19 aprile 2016, e mai discussa”.

“Visti i recenti episodi di cronaca e considerata la recente approvazione da parte della Camera della legge sul bullismo e cyberbullismo – sottolineano i consiglieri – è fondamentale che si arrivi in tempi brevi ad una legge precisa ed efficace, su una base condivisa, che renda possibili interventi immediati”.
consiglio regionale

“Diverse definizioni – precisano Polese, Spada, Romaniello, Pietrantuono e Galante, firmatari della proposta – concordano nel definire il bullismo come quell’insieme di comportamenti caratterizzati da aggressività, intenzionalità, e persistenza nel tempo, messi in atto sistematicamente da un singolo bambino/adolescente e/o più, nei confronti di uno o più coetanei allo scopo di esercitare un potere sulla vittima. La presente proposta di legge, quindi, intende promuovere e sostenere azioni volte alla prevenzione, individuazione ed emersione, al contrasto”.