“In questo primo anno di amministrazione Dario De Luca ha dimostrato di tenere particolarmente a cuore le sorti della città di Potenza – ha dichiarato Pace – Notevole è stato lo sforzo messo in campo, insieme anche Popolari per l’Italia, per salvare la città dalla situazione di dissesto in cui le precedenti amministrazione l’avevano fatta precipitare”.
aurelio_pace
“Popolari per l’Italia che hanno profuso il proprio impegno anche attraverso una importante attività volta a sollecitare e indirizzare, sempre alla luce del sole, le Istituzioni verso la soluzione delle criticità di Potenza”.
“Evidentemente questi sforzi e sacrifici non sono condivisi o compresi da tutti. Devo constatare che, in queste ore, sia aggiunge alla già pesante criticità di bilancio un’altra emergenza: quella democratica – ha continuato Pace. Mai come in questo momento la città ha bisogno di riappropriarsi di quel senso di comunità che qualcuno pare abbia smarrito. L’ho sempre sostenuto e oggi sento di doverlo con forza ribadire: chi ha a cuore Potenza deve, accantonando bandiere e casacche, lavorare per il bene comune, rappresentato dal salvataggio della città. Le contingenze, rappresentate soprattutto dalle stringenti condizioni economiche in cui versano molte famiglie, impongono un clima più disteso e unitario nella ricerca di ogni utile soluzione per scongiurare un nuovo salto nel buio, come potrebbe essere il commissariamento. Non mi sono mai sottratto e mai lo farò al pubblico confronto, cosa che auspico sempre e comunque. Ma chi scrive sui muri, oltre a non avere argomenti, teme proprio il contraddittorio, sale della democrazia e quanto mai necessario in ogni momento di criticità che riguarda l’intera comunità”.
de luca dimissioni
Pace ha poi concluso: “Sono sempre stato e, in maniera ancor più forte ora, sono al fianco del mio amico Dario De Luca, a cui va tutta la mia stima e solidarietà. Insieme con lui mi impegnerò anche per dimostrare che, al netto di alcuni sparuti episodi, Potenza è ancora una città civile”.
muri2