Da oggi è presente nell’organico dell’Amministrazione comunale la figura dell’agronomo forestale. Il professionista è stato assunto a tempo pieno e indeterminato a seguito di un concorso per titoli ed esami, secondo le indicazioni del Piano triennale dei fabbisogni di personale approvato con delibera di giunta il 26 maggio scorso.

L’inserimento dell’agronomo forestale nell’organico del Comune risponde all’esigenza di garantire alla gestione del verde urbano un approccio competente e con solide basi scientifiche.

“Matera dovrà diventare una città green e sostenibile, in cui il verde non abbia soltanto una funzione ornamentale e ricreativa, ma rientri in un programma di salute e benessere delle persone e degli spazi pubblici – afferma il sindaco, Domenico Bennardi -. Per questa ragione ho voluto che l’Amministrazione comunale si dotasse in tempi celeri di competenze e professionalità in grado di contribuire a realizzare questo obiettivo, già definito nel Piano di gestione e manutenzione del verde approvato lo scorso mese di febbraio in Consiglio comunale. Abbiamo la necessità – prosegue il sindaco – di conoscere, valorizzare, tutelare e progettare il verde urbano come sistema, tenendo conto dell’importanza della identità dei luoghi e dei suoi ecosistemi fondamentali”.

Per l’assessore all’Ambiente e Sostenibilità, Maria Lucia Summa, l’assunzione dell’agronomo forestale rappresenta “il giusto coronamento del percorso di gestione consapevole del vasto patrimonio arboreo e degli spazi verdi della città dopo l’approvazione degli strumenti di pianificazione e gestione”.

“L’Amministrazione comunale – prosegue Summa – da oggi può contare su un parere qualificato nelle istruttorie delle  numerosissime autorizzazioni  di  messa in sicurezza, sfoltimento e abbattimento di specie arboree, ed è pronta ad eseguire l’aggiornamento puntuale del censimento degli alberi e a mettere in campo una  pianificazione del verde con una visione temporale a lungo termine, nonché a un parere qualificato da parte dell’ufficio nelle istruttorie delle  numerosissime autorizzazioni  di  messa in sicurezza/ sfoltimento e abbattimento di specie arboree”.