Intervento della Uil-Feneal sull’incidente sul lavoro di Rionero

168

Giovedì 12 gennaio 2023 – Il primo incidente sul lavoro dell’anno oggi  – in un cantiere edile di Rionero in Vulture che poteva avere conseguenze più gravi per il giovane operaio rimasto folgorato – deve subito rilanciare l’iniziativa per la sicurezza su tutti i posti di lavoro facendo scattare la reazione dei lavoratori”.

Lo sostengono la Uil e la Feneal (Federazione Lavoratori Edili) Basilicata rilanciando la campagna “Zero morti sul lavoro”.
“Sono soprattutto i cantieri edili i luoghi di lavoro a maggiore rischio incidenti come confermano i dati dell’Inail e – si sottolinea – saranno sempre di più quelli esposti per effetto dell’attuazione dei progetti del Pnrr e delle misure sul contenimento delle spese energetiche oltre che per i programmi infrastrutture.
Nel commentare la Legge di Bilancio dello Stato nelle scorse settimane abbiamo denunciato che non contiene nemmeno un euro investito sulla sicurezza.
Una situazione di grave sottovalutazione che ci vedrà intensificare la pressione nei confronti del Governo, degli enti statali e pubblici che appaltano lavori, le autonomie locali e le associazioni imprenditoriali.
Occorre dare avvio immediato a un programma di azioni e investimenti in grado di frenare il trend allarmante di morti, incidenti, malattie professionali, indegno di un Paese civile. 
La Uil e le organizzazioni di categoria come la Feneal e le altre di settore a sostegno della campagna “Zero morti sul lavoro” – conclude la nota Uil e Feneal – continueranno anche quest’anno di intesa con Cgil e Cisl a realizzare iniziative su tutti i posti di lavoro rilanciando l’azione delle rappresentanze dei lavoratori per la sicurezza”.