Appuntamento sabato 10 dicembre a Matera, presso Casa Cava, per “Parole civili: il diritto di essere umani liberi e uguali”, iniziativa organizzata per celebrare la Giornata Mondiale dei Diritti Umani dal gruppo lucano del Comitato Giovani della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO in collaborazione con Ordine degli Psicologi di Basilicata, Unar (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Raziali) e con il patrocinio della Regione Basilicata e del Ministero dell’Interno.

Il Comitato interverrà alla conferenza focalizzando l’attenzione sulla libertà di stampa e di espressione degli individui. In questa occasione sarà oggetto di confronto e dibattito culturale il delicato tema dell’immigrazione. I soci del Comitato Giovani Unesco Basilicata insieme all’Ordine degli Psicologi cercheranno di co-costruire, in occasione della celebrazione della giornata dei Diritti Umani del prossimo 10 Dicembre 2016, un dialogo e uno scambio finalizzato a sostenere la libertà di espressione e di informazione degli individui, valorizzando le diversità culturali.

“Parole civili: il diritto di essere umani liberi e uguali” si inquadra nell’ambito dei diversi eventi che, in tutta Italia, il Comitato Giovani UNESCO ha organizzato per celebrare la Giornata Mondiale dei Diritti Umani, in modo capillare e coordinato, su tutto il territorio nazionale.

“Crediamo che i valori e gli ideali alla base di questa importante iniziativa internazionale, debbano essere promossi anche e soprattutto tra i giovani. Quest’anno abbiamo deciso di affrontare, all’interno della Giornata, il tema particolarmente attuale della libertà di stampa e di espressionecommenta Paolo Petrocelli, Presidente del Comitato Giovani. “Siamo infatti convinti che attraverso l’educazione al confronto e l’accesso diretto alla cultura e all’informazione, si possano formare giovani responsabili più consapevoli dei propri diritti e di quelli degli altri. In questo senso, la Giornata Mondiale rappresenta un’importante occasione per favorire questo dibattito in tutto il Paese”.

 UNESCO Giovani promuove l’evento anche sui canali social ufficiali (pagina Facebook, Twitter e Instagram) tramite gli hashtag #UNESCOgiovani, #HumanRightsDay, #Standup4HumanRights, creati appositamente per la giornata. Previsto anche un contest fotografico su Instagram: per partecipare basta postare un’immagine che esprima il concetto di libertà di stampa e di espressione seguito dagli hashtag della giornata internazionale e @unescogiovani.