mercoledì, Dicembre 7, 2022
spot_img

A Pignola (Pz) eventi in programma tra storia e tradizioni

Altri articoli

- Advertisement -spot_img


Mercoledì 11 agosto 2021 – Tre giorni di eventi a Pignola organizzati dalla Pro Loco Circolo Culturale “Il Portale”. Ne dà notizia la presidente Loredana Albano.


Due le manifestazioni in programma

Mercoledì 11 agosto: rievocazione storica “ReginaGiovanna II d’Angiò e le terre di Vignola” finanziata dal Ministero della Cultura il cui corteo muovendo da Piazza Risorgimento, attraverserà alcune strade cittadine: Via Marconi, Largo Fontana, Via Umberto I, per raggiungere a P.zza V. Emanuele.

Giovedì 12 agosto: la XXXVII°edizione della Rassegna Internazionale della Cultura e delle Tradizioni Popolari in programma in Piazza Risorgimento con la presentazione del libro di Ninetta Perone dedicato al fondatore del Circolo Bruno Mario Albano a cui seguirà la Cerimonia di Premiazione del Bando sulle Tradizioni Popolari indetto lo scorso anno e dedicato proprio alla memoria del fondatore Bruno Mario Albano.
La serata verrà condotta da Rocco Spagnoletta.

Il giorno 13 agosto la tre giorni si concluderà con uno spettacolo dedicato alla musica popolare con l’esibizione del gruppo “I Gargarensi”.

Loredana Albano, presidente Pro Loco Circolo Culturale “Il Portale”.

“Grazie ad un grande ad un grande sforzo organizzativo ed economico, quest’anno garantiremo una tre giorni di festa nel rispetto delle normative in vigore dal 6 agosto scorso.
Colgo l’occasione – afferma Loredana Albano – per invitare le istituzioni politiche, preposte alla promozione e valorizzazione culturale e turistica della nostra Regione, a non abbandonare gli operatori territoriali al proprio destino. Infatti forte è il sentimento di abbandono non solo delle associazioni culturali ma in generale del Terzo Settore”.

“La crisi del turismo in ogni ambito – continua Albano è eccezionale per la sua rilevanza quantitativa e qualitativa.
Dunque fondamentale è la capacità per il futuro di guidare un processo che necessità di una vera e propria politica industriale, qualcuno la chiamerebbe una nuova governance. che richiede inevitabilmente un salto di qualità delle politiche regionali e locali da integrare – conclude Albano – con il coinvolgimento delle tante pluralità di attori e protagonisti qualificati della nostra Basilicata”.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli