All’età di 84 anni, è morta a Napoli la poetessa lucana Beatrice Viggiani (nella foto di copertina). Nata nel 1932, figlia di Gioacchino Viggiani, il nipote di Giustino Fortunato, fu tra i protagonisti negli anni Sessanta di quel Circolo lucano di cultura, fondato da Vito Riviello nel “sottano” della libreria di via Pretoria.

Vito Riviello
Vito Riviello

Partita da Potenza, la poetessa ha vissuto a lungo in Venezuela. Spirito libero e avventuroso, schierata sempre dalla parte degli ultimi, Beatrice Viggiani ha pubblicato una raccolta di poesie a quattro mani con Vito Riviello, “53 poesie” (1962) e varie raccolte in spagnolo, tra le quali “Un lugar donde no estamos solos” (Un luogo dove non siamo soli); “La gracia intacta y áspera del planeta” (La grazia intatta e aspra del pianeta); “Vivienda de lo humano desalojado” (La dimora dell’umanità respinta).

Fonte Ansa