Alle ore 21.30, nella piazzetta N. Panevino di Aliano (Mt), Peppe Viggiano, Giulia Gambioli e Giuseppe Saponara, daranno vita, sul filo della memoria, all’indelebile ricordo del confino di Carlo Levi e della straordinaria e decisiva esperienza vissuta in Basilicata, “terra scura, senza peccato e senza redenzione”.
Suoni, immagini e atmosfere in uno spettacolo che nasce e prende forma tra le pietre e i colori di Aliano, luogo di memoria, testimone di una storia accantonata, simbolo e metafora di un’altra umanità.
Lo spettacolo del gruppo “La Mandragola Teatro” sarà riproposto anche l’11, il 16, il 23 e il 30 agosto 2015.
cristo si e fermato ad aboli