La Basilicata in vetrina a Bruxelles con il progetto Lucanica 2.0 di TotalEnergies

Una delegazione di imprenditori lucani del settore agroalimentare è stata protagonista di una quattro giorni di incontri ed eventi in Belgio per promuovere la Basilicata e i suoi prodotti

449

Martedì 29 novembre 2022 – Un’occasione per promuovere il territorio, i prodotti e l’enogastronomia della Basilicata, ma anche una buona opportunità per stringere contatti commerciali al di fuori dei confini italiani.
È stata un’esperienza positiva la trasferta in Belgio delle 11 aziende aderenti a Lucanica 2.0, il progetto promosso da TotalEnergies EP Italia e i partners della JV Tempa Rossa Shell E&P Italia e Mitsui E&P Italia B in collaborazione con la società di consulenza Octagona.

I rappresentanti delle pmi lucane, accompagnati dai delegati TotalEnergies, Ambrogio Laginestra e Maria Teresa Lapadula e dalla Temporary Export Manager di Octagona, Ester Temperato, hanno visitato i vari punti vendita di prodotti italiani a Bruxelles e l’Horeca Expo, la più grande fiera per la ristorazione e le cucine comunitarie del Belgio, con più di 650 espositori, avendo l’opportunità di creare nuovi contatti commerciali, acquisire informazioni sulle tendenze del mercato e sviluppare nuove idee di marketing.

Il momento clou della quattro giorni di Bruxelles è stato l’evento di degustazione “Specialità Agroalimentari Lucane a Tavola” nella sede di Excellis, centro d’eccellenza della gastronomia di Bruxelles e luogo di incontro dei professionisti e appassionati del settore. Le imprese di Lucanica 2.0 hanno presentato i propri prodotti ai circa 70 partecipanti fra importatori, ristoratori, chef, distributori, grossisti, giornalisti, il presidente dell’Ice (l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane), la Federazione Italiana Cuochi e i rappresentanti dell’Ambasciata italiana in Belgio.

Per l’occasione è stato ideato un menù con i prodotti delle undici aziende di Lucanica 2-0, proposto dallo chef Francesco Lorusso e dal sommelier Antonio Menchise, entrambi lucani. Diversi i contatti stabiliti con i buyers locali, che hanno fornito riscontri positivi ai prodotti delle aziende lucane. L’auspicio è che seguiranno concrete possibilità di sviluppare business sul mercato belga. Lucanica 2.0 proseguirà nei prossimi mesi con altre missioni in paesi esteri.