Consorzio ConUnibas, Università di Basilicata e le associazioni Aipd ed Ala insieme per vincere una sfida: facilitare l’inserimento dei disabili nel mondo del lavoro nonostante ostacoli legislativi che non consentono loro di acquisire un diploma a conclusione degi studi superiori.

Lo consente il protocollo firmato stamane a Potenza dall’Amministratore del Consorzio, Antonio Candela, da Paola D’Antonio, pro rettore, e dai presidenti delle associazioni Aidp e Ala, Carmela De Vivo e Zaira Giuliano.
Di seguito le interviste ad Antonio Candela e Paola D’Antonio.

Il protocollo, dalla durata di tre anni, prevede che l’università organizzi corsi di orientamento e formativi per facilitare l’inserimento nel mondo del lavoro, prendendo contatti anche con aziende disponibili ad accettare questa sfida.
Con imprenditori che vedano nella disabilità una opportunità e un valore aggiunto per la propria azienda; non un ostacolo.
Ovviamente nulla è scontato. C’è bisogno di sensibilità e della volontà di superare quei pregiudizi culturali che tuttora esistono.
Quando a questo si aggiungono, poi, leggi obsolete che “per legge” codificano disparità tra persone durante l’attività scolastica, raggiungere lo scopo prefissosi con il protocollo diventa più difficile.
Ma ConUnibas, ateneo lucano, Aipd, e Ala ci credono e sono pronti ad accettare la sfida.

L’intervista alle presidenti di Aidp e Ala, Carmela De Vivo e Zaira Giuliano.