Due tappe in Basilicata del tour di “Promuovi la tua musica”

Il tour contest musicale per artisti emergenti ideato dalla cantautrice Fanya Di Croce sarà il 24 settembre a Potenza e il 1º ottobre a Matera

296

Giovedì 22 settembre 2022 – Due tappe in Basilicata per “Promuovi la tua musica”, il tour contest ideato e prodotto dalla cantautrice Fanya Di Croce (foto di copertina): un palcoscenico per talenti emergenti della musica che, nelle sue numerose tappe per l’Italia che si succedono ogni anno, ha già permesso ad oltre 3000 artisti di esibirsi dal vivo davanti ad una giuria di importanti esperti del settore discografico-musicale.

Sabato prossimo, 24 settembre, alle 20 prima tappa a Potenza, al Teatro Stabile. E sabato 1° ottobre sarà la volta di Matera, sul palcoscenico della Casa Cava.

Musica non stop per tutti i gusti fino a mezzanotte sabato a Potenza, con oltre 30 artisti che si alterneranno sul palco presentando i loro progetti musicali. L’evento è patrocinato dal Comune di Potenza. A presentare la kermesse sarà il giornalista Massimo Brancati, con la presenza della ideatrice Fanya Di Croce.
Il tour contest proseguirà il sabato successivo a Matera al teatro Casa Cava, centro culturale ipogeo tra i più noti al mondo. Un luogo prestigioso come degno palcoscenico per le nuove promesse della musica italiana, un sito più volte citato nelle riviste di architettura e simbolo della parabola storica e della presenza culturale di Materna nel mondo.
Il format di “Promuovi la tua musica” punta ad accendere i riflettori verso la musica indipendente emergente. Sono oltre tremila gli artisti, italiani e stranieri, che hanno calcato il palco di questo importante festival itinerante. Nei cinque anni di attività, il tour contest ha toccato molte città d’Italia e ha riempito i teatri, registrando sempre il tutto esaurito: la gente ama seguire questo contest per vedere di persona i nuovi musicisti e ascoltare la loro melodia dal vivo, con le valutazioni di giurati di alto livello.
Lo scopo di “Promuovi la tua musica” è quello di investire nella cultura e avvicinare gli artisti emergenti al teatro, dando loro la possibilità di confrontarsi con una giuria qualificata, tra giornalisti, produttori, editori, autori e altri esperti del settore musicale.