Venerdì 26, sabato 27 e domenica 28 agosto 2016, ad Avigliano (Pz), si terrà la la XXII edizione della “Sagra del Baccalà…e non solo”, promossa dall’Amministrazione Comunale e patrocinata dall’Assessorato alla promozione e valorizzazione del Territorio e dall’Assessorato al Commercio.

La manifestazione si aprirà alle ore 17.00 con la III edizione del mini corso di cucina “Baccalando”, svolto in collaborazione con l’Associazione Cuochi Potentini, che quest’anno si arricchisce della partecipazione dell’Associazione Italiana Sommelier, così da proporre ai partecipanti un percorso enograstronomico alla scoperta delle tipicità locali, con interessanti abbinamenti da riproporre in qualunque momento, grazie al videoricettario che sarà fornito agli iscritti. Quest’anno avremo la partecipazione di Rocco Pozzulo Presidente della Federazione Italiana cuochi.

Le tre serate saranno animate da band e artisti di strada, capaci di creare atmosfere magiche e coinvolgenti. Ospiti delle tre serate saranno, rispettivamente, La Banda Musicale Città di Avigliano, la Conturband e la Euroband – Murgia’s Street Band, che faranno rivivere l’allegria, la semplicità e il sapore delle feste in strada.

Per i più piccoli, invece, ci sarà un doppio appuntamento con il teatro dei burattini,venerdì e sabato, nel piazzale antistante la Basilica Santa Maria del Carmine, mentre nell’intera giornata di domenica sarà possibile partecipare al laboratorio di costruzione di pupazzi di gommapiuma, gratuito ma a numero chiuso, curati dall’Officina del Circo e TeatroPat di Matera.

Grandi e piccini, inoltre, saranno incantati dalle esibizioni degli artisti che si alterneranno nel corso delle tre serate e nella mattinata di sabato: monocicli, spettacoli di Roue Cyr, sputafuoco, incanto di bolle di sapone, ballon art, trampoli, statue viventi e lettura di Tarocchi di Marsiglia, grazie alla collaborazione dell’Officina del Circo con le associazioni “Il Centiforme e “Lacaposciuc”.

Protagonista indiscusso sarà, però, ovviamente, il baccalà, presentato in modi diversi dai ristoranti “La Strettola”, “Ostreria Gagliardi” e “Lo Sfizio”, che, già hanno promosso sui social un piatto chiave appositamente preparato per la Sagra 2016. Presenti anche altri prodotti del territorio:calzoncelli e creps dell’ Associaizone “I Borghi di Federico”, la strazzata aviglianese preparata dall’Alimentari di Iannielli Vito, i dolci e biscotti tradizionali, come il tipico “m’stazzuol cu ru zucc’r” del Biscottificio Aviglianese e dell’Antico Forno Lucano, i salumi e formaggi di Marni salumi, i prodotti biologici della Società Agricola “Agrimar” e la frutta di Scavone Rosa Maria.

baccalà

Non possono mancare, inoltre, mostre ed esposizioni: tutti e tre i giorni, nella Casa Comunale, sarà possibile visitare la mostra fotografica su “I Cinti della Madonna del Carmine di Avigliano”, mentre sabato e domenica si aggiungeranno la Retrospettiva dei Quadri Plastici e la mostra fotografica “facce di aviglianesi” a cura dell’associazione “L’Abete”.

Gli artigiani, inoltre, vi aspettano nelle loro botteghe espositive per presentare i propri manufatti, risultato di un lavoro minuzioso e unico: in Piazza Gianturco sarà possibile ammirare le ceramiche artistiche di Eden.Art e la Mostra permanente di Artigianato Artistico, dove poter trovare i prodotti tessuti a telaio e confezionati a mano da Tonina Salvatore, la balestra aviglianese di Vito aquila e i barili di Canio Genovese; in via santa Maria del Carmine, invece, il “Filo di Arianna” di Annangela Lovallo propone un doppio allestimento: contestualmente al laboratorio di ricamo, infatti, sarà possibile ammirare l’esposizione di costumi tradizionali d’epoca e riprodotti accuratamente secondo i dettami della tradizione.

Per la prima volta, quest’anno, i produttori, i ristoratori e gli espositori partecipanti hanno aderito a un disciplinare appositamente stilato dall’Amministrazione Comunale per regolamentare l’organizzazione e la gestione dell’intera manifestazione.

Link sponsorizzato
Link sponsorizzato