Venerdì 18 settembre 2020 – Fondue – Spazio All’Arte è una realtà formativa che propone ai propri iscritti di sperimentare il lavoro nella danza e nella recitazione direttamente sul palcoscenico di un vero teatro nel cuore del centro storico della città di Potenza, il Cineteatro Due Torri.

Si tratta di un progetto ambizioso ideato da Camillo Ciorciaro, attore professionista, ed Ivana Fico, ballerina ed insegnante di danza.

Entrambi di Potenza, si sono formati professionalmente anche lontano dalla loro Città con il desiderio di ritornare e magari poter trasmettere parte del loro bagaglio artistico-culturale a giovani e meno giovani.

Hanno pensato ad una scuola che oltre ai corsi di base settimanali, attraverso una serie di attività tra cui workshop, masterclass, seminari sulla danza e sulla recitazione con ospiti esterni possa far rivivere il Cineteatro Due Torri che da sempre ha avuto un forte valore identitario per la Città di Potenza.

Si inizierà con due open day il 21 e il 27 settembre, giornate in cui grandi e piccini potranno avere un primo incontro con quelle che saranno le discipline oggetto della proposta di Fondue – Spazio All’Arte.

Inoltre, sabato 26 settembre ore 21.00 ci sarà uno spettacolo, gratuito e con prenotazione obbligatoria, in cui si esibirà sul palcoscenico del Due Torri Gaia Elisa Rossi, la più giovane campionessa italiana di magia che attraverso numeri di prestigio e un linguaggio fortemente influenzato dalle esperienze nel mondo della danza e della recitazione, trasporterà il pubblico in una dimensione letteralmente magica.

Sarà un modo per ritrovarsi dopo tanti mesi di lockdown, vincendo le paure ed abbandonandosi alla magia e agli incantesimi di un’artista poliedrica.

Il Cineteatro Due Torri assumerà una nuova veste, tornerà a rivivere grazie alla passione, alla tenacia ed alla professionalità di questi due giovani artisti lucani.

Ivana ha mosso proprio lì i primi passi di danza a soli 3 anni.

Un luogo che ha segnato l’adolescenza di quanti lo frequentavano come cinema tra cui lo stesso Camillo, legato affettivamente a quello che non è un semplice teatro.

Questo progetto è venuto fuori proprio a seguito del lockdown quando Camillo e Ivana si confrontavano sulle sorti dell’arte fondendo insieme idee e sogni.

Un primo passo è stato fatto con Spazio All’Arte, una diretta Facebook che ha riunito tanti artisti lucani con la prospettiva di una proficua collaborazione.

Uno degli obiettivi è rendere Potenza il centro nevralgico di formazione per tanti giovani artisti senza la necessità di recarsi fuori regione per affidarsi alle competenze di professionisti di settore.

<Tutto riassunto in FONDUE, ragionando sulle lettere abbiamo estrapolato delle singole parole-spiegano Camillo e Ivana, ideatori del progetto- la  F rappresenta la fine di qualcosa come nel Covid che si temeva fosse la fine di tutto ma in verità è stato un nuovo inizio, la O sta per opportunità che ci auguriamo possa essere il nostro progetto, N sta per necessaria come sono necessarie la cultura e l’arte, D sta per dono,  l’arte è il più bello ed affascinante dono che possa esistere, U sta per universale ed E per essenziale come solo l’arte sa essere>.

Tutto riassunto nel talento di due giovani lucani che, mossi da un grande sogno, sono pronti per un nuovo, grande inizio nella propria Città.