Venerdì 24 settembre 2021 – Si è svolta oggi alla presenza del prefetto di Potenza Annunziato Nardè l’incontro fra sindacati, il gruppo Margherita, consorzio Cisa, i sindaci di Lavello e Melfi e l’assessore regionale dimissionario alle Attività produttive, Francesco Cupparo, per la spinosa vicenda dei lavoratori ex Auchan di Melfi.

La riunione è stata aggiornata a venerdì 1 ottobre con gli stessi interlocutori. L’unica cosa certa è che a tale data la gran parte dei lavoratori avranno risolto il contratto di lavoro perché il consorzio Cisa ha proposto il trasferimento presso altre sedi del Nord Italia.

Il rinvio – precisano in una nota Emanuele De Nicola (Cgil Potenza) e Luigi Ditella (Filt Cgil Basilicata) si è reso necessario per definire fra Margherita e Cisa gli accordi sull’incentivo e sugli impegni presi nei vari tavoli.

A latere di ciò, vi è la pubblicazione a giorni di un bando di ricollocazione da parte della Regione che, a nostro avviso, non può essere complementare ma alternativo agli impegni presi da Margherita.

Di fatto, da venerdì prossimo i lavoratori sono fuori dalla realtà produttiva. È urgente dunque – concludo De Nicola e Ditella – che Margherita intervenga con una ricollocazione imminente dei lavoratori o con un incentivo, mettendo in campo misure già applicate nel resto d’Italia nei siti coinvolti nella vertenze Auchan/Conad”.

Foto di copertina: Cronache Lucane