Il mobile imbottito "vola" in Cina. Sottoscritta partnership commerciale Nicoletti- Manwah Holdings Limited

Per il presidente di Confindustria Basilicata Pasquale Lorusso l’importante partnership è un segnale molto importante, che testimonia la ripresa, non solo della nostra associata, Nicoletti Home, ma di tutto il Distretto del Mobile Imbottito di Matera

290

Favorirà certamente il rilancio del polo del salotto la partnership commerciale sottoscritta tra la Nicoletti Home, azienda materana che opera nella commercializzazione del mobile imbottito di alta gamma, pelle e tessuto, e  il colosso cinese Manwah Holdings Limited.
Ad ufficializzare l’accordo  il presidente del Distretto del mobile imbottito di Matera e Montescaglioso, Donato Coldarulo, i dirigenti dell’azienda materana, Eustachio e Giancarlo Nicoletti, e il presidente di Confindustria Basilicata, Pasquale Lorusso.

Per Lorusso “l’importante partnership è un segnale molto importante, che testimonia la ripresa, non solo della nostra associata, Nicoletti Home, ma di tutto il Distretto del Mobile Imbottito di Matera, che, dopo anni di profonda crisi, ritorna a crescere, arrivando a rappresentare, con le sue circa 70 aziende, il 27 per cento dell’intero tessuto industriale italiano dell’arredamento italiano, con una quota di export pari all’85 per cento.
Un fatto di notevole portata, quindi, per tutto il territorio lucano. Un po’ di Basilicata – ha detto Lorusso –  viaggerà insieme a queste produzioni di eccellenza, facendoci conoscere e apprezzare su mercati che sono le nuove rotte del commercio mondiale, in uno dei comparti maggiormente significativi dell’economia regionale e nazionale e che esprime il meglio del Made in Italy”.
Lorusso ha ricordato che fu proprio Peppino Nicoletti a far nascere nel 2001 il Distretto, quando il comparto era leader mondiale per la produzione di divani e si contavano oltre 200 imprese, tra piccole, medie e grandi, oltre 7000 lavoratori, ricavi che superavano il 40 per cento con fatturati che provenivano per l’85 per cento dall’estero.

Poi c’è stata la crisi, l’apprezzamento dell’euro sul dollaro e la conseguente perdita di competitività verso le produzioni dell’area dollaro, la concorrenza delle produzioni cinesi che hanno aggredito i mercati. Un lungo periodo di buio, con pesanti danni che hanno pagato sulla propria pelle i nostri imprenditori e anche molte famiglie del Materano.
“La crisi, tuttavia, -ha precisato Lorusso – ha permesso alle imprese che hanno avuto la forza e la struttura per resistere, di accrescere la propria capacità di innovare processo e prodotto, di conservare tradizione e artigianalità, di realizzare un sapiente mix tra nuove professionalità e vecchie maestranze. Queste caratteristiche, unite ad una profonda conoscenza dei mercati esteri hanno permesso ad alcune imprese di mostrarsi a player commerciali importantissimi come è accaduto alla Nicoletti Home. Fino ad arrivare all’accordo di oggi, che partirà dal 2019.
Un numero, quest’ultimo, sempre più legato a Matera, e che permetterà alla Nicoletti Home di rafforzare sempre più la presenza sui mercati internazionali e soprattutto su mercati con potenzialità enormi a livello strategico e di sviluppo. Dimostrando, ancora una volta – ha concluso il presidente Lorusso – che questo territorio e chi vi opera riesce a dare il meglio anche nelle sfide più complesse, grazie a una forte capacità di resilienza, mixata a una coraggiosa dose di innovazione”.