Presenti per la Regione Basilicata, Marchese, Buccino e Maurenza;  in rappresentanza delle organizzazioni sindacali Vaccaro, Esposito, Nardiello, Dioregi e Romano; una rappresentanza di lavoratori,  i responsabili delle due aziende hanno illustrato il programma di reindustrializzazione.
Prevede, attraverso un apposito percorso di formazione, la riqualificazione del personale della ex Cutolo che andrà ad operare in settori differenti rispetto a quello dell’imbottigliamento di acque minerali. I rappresentanti delle due aziende hanno assicurato che i rispettivi progetti di investimento sono in stato di avanzamento: alla Doc Airconcrete sono iniziate le opere di natura edile e sono stati sottoscritti i contratti per la fornitura dei macchinari, mentre alla Cmd di Atella sono state già utilizzate risorse importanti per l’acquisizione dei macchinari di avanzata tecnologia.
cutolo 2
Entrambe le aziende hanno garantito inoltre che le attività di produzione potranno iniziare entro il mese di aprile del prossimo anno, mentre tra settembre e ottobre saranno effettuate le assunzioni previste. Sia la Doc Airconcrete che la Cmd hanno rimarcato però la necessità di iniziare quanto prima il percorso formativo delle maestranze.
A riguardo, i responsabili del Dipartimento regionale hanno confermato che sarà pubblicato, presumibilmente entro luglio, un bando per la formazione continua rivolto ai dipendenti di aziende in stato di crisi, che hanno interrotto le attività produttive o che attraversano particolari momenti di criticità, ed al quale potranno partecipare la Doc Airconcrete e la Cmd per la riqualificazione dei lavoratori assunti.
Per l’avviso pubblico sono state individuate anche le risorse, che provengono da fondi nazionali e comunitari (Fondo sociale europeo) e che saranno utilizzate per finanziare il monte ore necessario per i percorsi formativi.
Le parti, al termine della riunione, hanno sottoscritto un verbale di accordo, nel quale è specificato che la Regione Basilicata si impegna “a fornire alle aziende gli elenchi ufficiali dei lavoratori rivenienti dalla ex Cutolo, dalla Filatura di Vitalba e da Litostampa Ottaviano, affinché si possa effettuare in tempi brevi l’audizione e la selezione del personale da impiegare nei modi più adeguati ai profili professionali”.