Intanto si attende la convalida del fermo delle due persone coinvolte nel grave fatto di sangue.
Il fermo, lo ricordiamo, è avvenuto a conclusione degli interrogatori, tuttora in corso, da parte del Pm Anna Franca Ventricelli che coordina le indagini.
Si tratta di un giovane del posto e della fidanzata, residente a Policoro. Ad esplodere il colpo di pistola contro Pierluigi Sinisgalli, 37 anni, ferendolo gravemente all’addome (è stato trasferito da personale del 1118 nell’ospedale di Policoro dove è stato sottoposto ad un delicato intervento) potrebbe essere stato proprio questo giovane, a conclusione di un violento litigio con Sinisgalli, titolare del locale “Club 106”.
Emergenza 118
Insieme ai due fermati, una terza persona che, come si diceva, è stato già individuato dagli investigatori.
L’agguato è avvenuto davanti al locale notturno Club 106, uno tra i più noti della zona, nelle adiacenze dell’Hotel Miceneo, dove stava per iniziare uno spettacolo di Justine Gromada, soubrette di origini polacche nota al grande pubblico televisivo per la sua partecipazione al Chiambretti Night. Spettacolo che è stato annullato dopo il grave fatto di sangue. Ancora poco chiari i motivi del tentato omicidio, anche se gli inquirenti non escludono nessuna ipotesi. Sinisgalli è titolare del Club 106. Certamente conosceva i tre, con i quali – come hanno dichiarato alcuni testimoni – ha avuto un violento diverbio prima di essere ferito.