Sequestrate dalla DDA società edilizie. Il titolare condannato per associazione mafiosa

Le quattro società sequestrate hanno tutte la sede legale a Melfi

710

Giovedì 21 maggio 2020 – A seguito di indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di questa Procura della Repubblica e condotte da personale della Sezione Criminalità Organizzata della Squadra Mobile di Potenza, è stata data esecuzione ad un’ordinanza applicativa della misura cautelare del sequestro preventivo di una serie di società operanti nel settore edilizio, tutte riconducibili a E.G.C., riconosciuto colpevole in primo ed in secondo grado del reato di associazione mafiosa, quale appartenente al “clan DI MURO”, attivo nel territorio del Vulture-Melfese.
S’ipotizza il reato di trasferimento fraudolento di valori.

La D.D.A. ha accertato che, al fine di eludere le disposizioni in materia di misure di prevenzione patrimoniali, E.G.C. aveva creato nel tempo una serie di società con quote e cariche fittiziamente intestate a familiari compiacenti, ma mantenendone, in via di fatto, la gestione costante e diretta.
S’ipotizza il reato di trasferimento fraudolento di valori.

Dalle indagini svolte dalla Sezione Criminalità Organizzata della Squadra Mobile di Potenza e dalla Sezione di Polizia Giudiziaria della Guardia di Finanza è emerso anche che le società avevano tutte la stessa sede, coincidente a propria volta con il luogo di residenza dei soggetti coinvolti.

Il G.i.p. presso il Tribunale di Potenza, condividendo l’impianto accusatorio, ha disposto il sequestro preventivo delle seguenti società:

  • EDIL C2 Soc. Cooperativa, con sede legale in Melfi, Via E. Fermi n.7;
  • MONTICIANO SOCIETA” CONSORTILE A R.L., con sede legale  in Melfi via Firenze snc;
  • GI DA. COSTRUZIONI SRL, con sede legale in Melfi, Via E. Fermi n.7;
  • GOSPA COSTRUZIONI SRL, con sede legale in Melfi Via Forlì n. 13.