Pisticci | Per il vasto incendio che minaccia il centro abitato, evacuate 150 persone

789

Sabato 23 luglio 2022 – Si sta avvicinando al centro abitato il vasto incendio che da giovedì scorso sta interessando una vasta area di Pisticci.

Per questo motivo il Sindaco Domenico Albano ha disposto l’evacuazione in via precauzionale di 150 persone residenti in via Cammarella e zona limitrofa.

A causa dell’incendio, chiusa al traffico la galleria San Rocco, principale via di accesso a Pisticci.

Per spegnere le fiamme, alimentate dal vento e dalle elevate temperature, sono al lavoro squadre di Vigili del Fuoco e mezzi aerei.



L’assessore regionale all’Ambiente, Cosimo Latronico, in costante contatto con la sala operativa della Protezione Civile ha chiesto chiesto ulteriori uomini e mezzi, che nel frattempo sono stati rinforzati  per fronteggiare questa grave situazione. “

“Ringrazio i Sindaci, con i quali sono in contatto e quanti si stanno adoperando per limitare i danni” ha dichiarato Latronico.

Il capo gruppo di Italia Viva, Luca Braia, ha chiesto l’immediato intervento del Presidente Bardi e della Giunta per mettere in campo tutto ciò che bisogna fare per domare e spegnere gli estesi incendi partiti dai terreni che costeggiano la SS Basentana, direzione Bernalda, interessando poi progressivamente la zona calanchiva che sale verso Pisticci.
“Si  convochi un tavolo tecnico per progettare in maniera mirata opere di manutenzione e sorveglianza adeguate all’emergenza meteo-climatica oramai irreversibile.”

“Rivolgo un particolare ringraziamento ai Vigili del Fuoco per lo straordinario lavoro che stanno svolgendo in condizioni estremamente difficili e da oltre due giorni, stremati ma decisi assolutamente a non mollare il loro lavoro, ormai da ore, con l’ausilio anche di due Canadair. Un’ulteriore dimostrazione del valore e della professionalità dei nostri eroi nazionali che quotidianamente mettono a repentaglio la propria vita per garantire la sicurezza della comunità” è quanto ha dichiarato Pino Giordano dell’Ugl Matera.