“La scomparsa di Gino Grezzi  rappresenta un grave lutto per il movimento democratico e progressista della Basilicata”.

E’ quanto affermato dal segretario regionale del Pd di Basilicata, Antonio LUONGO, nell’apprendere la notizia della morte di Gino Grezzi, nato il 13 febbraio 1922 a Latronico, Comune in cui nel 1965 ha ricoperto la carica di Sindaco.

Grezzi dal 1953 al 1968, dalla II alla IV legislatura della Camera, è stato deputato, eletto nelle fila del Partito Comunista Italiano, di cui in Basilicata è stato fra i più autorevoli dirigenti.

“Ho avuto l’onore – ha proseguito Luongo – di conoscere e collaborare con Gino in diverse fasi del mio impegno politico, in modo particolare durante la difficile fase del post terremoto del 1980. Ne ho potuto apprezzare l’umanità, la trasparenza, la schiettezza delle opinioni e la straordinaria capacità organizzativa”.

“Con Grezzi – ha aggiunto Luongo – la Basilicata perde un grande protagonista, profondo conoscitore della sua terra e punto di riferimento per quella generazione di quadri dirigenti che si è affacciata alla politica alla fine degli anni ‘70”.

“Ci ha insegnato al tempo stesso – ha concluso Luongo –  il rigore morale ed il realismo politico, il disinteresse personale ed il valore di un partito inteso come una comunità di uomini e di donne che s’impegnano quotidianamente per il bene comune”.