E’ risultato positivo al test antidroga, e per questo motivo è stato arrestato con l’accusa di omicidio stradale, Savino Di Santo, conducente del camion che, finendo sul marciapiede in via Ciccotti a Potenza, ha causato la morte di Gianfranco Lorenzo, volontario dell’Unitalsi. La notizia la riporta stamane La Gazzetta di Basilicata.

via ciccotti 7
Dai primi accertamenti si era pensato che la perdita di controllo del mezzo fosse stata causata dalla rottura dei freni. Dalle indagini successsive, condotte dai Vigili Urbani di Potenza, e dalle verifiche tossicologiche alle quali è stato sottoposto il conducente, è stato confermato che a causare l’incidente sono state anche o soprattutto le sue condizioni di salute.

La dinamica dell’incidente è ormai chiara: Di Santo ha perso il controllo del mezzo che ha urtato prima delle auto in sosta e poi ha investito Gianfranco Lorenzo che si trovava sul marciapiede antistante la sede dell’Unitalsi che lui frequentava giornalmente.

Gianfranco Lorenzo (al centro), insieme ad altri volontari dell'Unitalsi durante il pellegrinaggio a Lourdes nel settembre dello scorso anno.
Gianfranco Lorenzo (al centro), insieme ad altri volontari dell’Unitalsi durante il pellegrinaggio a Lourdes nel settembre dello scorso anno.

L’impatto è stato violento. Le condizioni di Lorenzo sono apparse subito disperate. La corsa in ospedale e l’intervento dei sanitari non sono serviti a salvargli la vita.
La sua morte ha creato viva impressione e commozione nell’ambiente unitalsiano, nel quale Gianfranco Lorenzo era benvoluto da tutti.

[powr-image-slider id=15aa17d8_1465540742115]