Un giovane di 31 anni, – L.M. le iniziali – è morto a Picerno per overdose dopo aver assunto eroina e cocaina. Il corpo privo di vita è stato trovato nell’abitazione di un amico, D.P. un trentanovenne di Potenza, già conosciuto alle forze dell’ordine per traffico di sostanze stupefacenti, con il quale si era recato prima nel capoluogo di regione e successivamente fuori regione per procurarsi la droga.
Dalle indagini dei carabinieri della stazione di Picerno e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Potenza, coordinate dal cap. Gennaro Cascone, è emerso che il giovane, uscito solo da due giorni da un centro riabilitativo per le dipendenze patologiche, già durante il viaggio di ritorno si era sentito male, avendo assunto cocaina e eroina.
Le sue condizioni sono peggiorate quando, giunto nella casa dell’amico al quale aveva chiesto ospitalità, ne ha assunta altra.
Nonostante ciò fosse evidente, l’amico non ha chiesto nessun soccorso, lasciandolo solo e recandosi al lavoro. Solo al suo rientro, quando lo ha trovato morto, ha chiamato il medico di famiglia.
Il sopralluogo effettuato dai carabinieri alla presenza del Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Potenza in turno, Dott. Paolo Mandurino ed il medico legale, ha confermato che causa del decesso era stata l’assunzione di droga.

Alla luce di quanto emerso, D. P.  è stato arrestato e, dopo l’udienza di convalida, trasferito nel carcere di Potenza con l’accusa di omicidio colposo, conseguente della produzione, del traffico e della detenzione illeciti di sostanze stupefacenti.