Un cittadino romeno di 41 anni è stato arrestato a Matera dai Carabinieri con l’accusa di tentata estorsione. L’uomo, dopo aver chiesto con insistenza del denaro ad un prete e una perpetua di una chiesa di Matera, ed aver ricevuto, invece, l’offerta di cibo e beni di prima necessità, li ha minacciati che li avrebbe picchiati appena usciti dalla chiesa.
Le vittime non si sono perse d’animo e hanno subito chiamato il “112”, gesto che ha convinto l’uomo a scappare prima che le cose si mettessero male.
Inutile la fuga: una pattuglia dei carabinieri sulle sue tracce, lo ha infatti individuato e bloccato in Via Lucana, mentre a piedi tentava di allontanarsi dal centro cittadino.
«Alla vista dei militari non ha fatto alcuna resistenza – commenta il Maresciallo Aiutante Gianvito De Benedetto, Comandante della Stazione Carabinieri di Matera – ed è stato subito portato in caserma”.

Dopo il formale riconoscimento da parte del parroco e della sua collaboratrice, è stato dichiarato in arresto per tentata estorsione e trasferito nel carcere di Matera a disposizione del Pubblico Ministero». Nei confronti dell’uomo è stato anche proposto un foglio di via obbligatorio ed un provvedimento di divieto di ritorno nel capoluogo materano.