Udienza ieri al Tribunale di Potenza per presunto inquinamento derivante dall’emissione in atmosfera di fumi derivanti dallo stabilimento Ferriere Nord (ex Siderpotenza).
Il Pubblico Ministero Vincenzo Lanni ha chiesto la condanna ad un mese di reclusione per Federico Pittini, legale rappresentante dell’azienda, e per Marco Minini, procuratore dello stabilimento, ubicato alla periferia di Potenza.

La-SiderPotenza
il reato contestato e’ quello di emissioni illecite in atmosfera. Lo stabilimento fu messo sotto sequestro nel luglio del 2014, nell’ambito di una inchiesta della Procura di Potenza. Dopo due mesi fu dissequestrato a seguito di una perizia disposta dai magistrati che confermò che i lavori eseguiti sui camini dello stabilimento su richiesta della Procura garantivano l’ambiente circostante da eventuale inquinamento.
il Pm ha chiesto l’assoluzione per gli altri due reati contestati: la mancata osservanza delle prescrizioni contenute nell’autorizzazione integrata ambientale e e l’illecito guadagno per l’azienda.
La difesa dei due imputati ne ha chiesto il totale proscioglimento. La sentenza è prevista per il 30 gennaio.