Raffaele Valente, noto pregiudicato, affiliato a”Cosa Nostra” americana, estradato dagli Stati Uniti, è stato arrestato all’aeroporto di Fiumicino (foto di copertina) in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in Carcere emessa dal GIP del Tribunale di Potenza, sulla base delle risultanze delle indagini condotte dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Potenza su un episodio estorsivo ai danni di un imprenditore materano.
L’operazione di polizia, denominata “Underboss”, fu avviata dalla Squadra Mobile di Matera sulla base di informazioni di organismi investigativi statunitensi relativamente all’attività criminosa di Francesco Palmieri, denominato “Ciccio l’americano”, facente parte della famiglia mafiosa dei Gambino di New York, arrestato nell’aprile dello scorso anno.

Arresto di Francesco Palmieri
Arresto di Francesco Palmieri

Come emerso dalle indagini svolte in collaborazione con investigatori statunitensi, Palmieri era stato inviato in Italia per intimorire un imprenditore materano ed indurlo a sborsare un milione di euro a titolo di interessi per un vecchio prestito personale concessogli anni prima. Per portare  a termine il piano criminoso si era affidato ai servizi di un pericoloso gruppo di malviventi campani, con influenti proiezioni criminali anche a New York City, capeggiato proprio da Raffaele Valente, risiedente da anni negli Stati Uniti.
Valente, da quanto emerso dalle indagini, avrebbe contribuito fattivamente all’organizzazione e messa in opera delle azioni delittuose oggetto d’indagine, arrivando ad accompagnare Palmieri nei suoi viaggi a Matera, per portare a compimento il suo piano estorsivo.