Era stato già condannato per gli stessi reati l’insegnante arrestato per violenza sessuale su alunno | I Parlamentari della Lega Pepe, Belotti e Pergheffi chiedono ai Ministri competenti perchè non sia stato sospeso

1481

Mercoled’ 16 febbraio 2022 – Sulla vicenda dell’insegnante arrestato con l’accusa di violenza sessuale aggravata ed estorsione ai danni di un suo alunno in una scuola del Potentino (VEDI) interrogazione ai Ministri della Giustizia e dell’Istruzione per comprendere come sia stato possibile che un uomo condannato definitivamente per molestie sui minori nel 2019, abbia continuato a insegnare fino al 2021, così come emerge dai giornali.
A presentarla i leghisti Daniele Belotti, deputato, e i senatori Simona Pergreffi e il lucano Pasquale Pepe (foto di copertina).

“La stampa – scivono i parlamentari – riporta fatti avvenuti quando l’uomo insegnava nel bergamasco: precedenti gravi quali abusi, molestie, ricatti, che gli costarono due condanne emesse dalla procura di Bergamo in sole due settimane di distanza l’una dall’altra, nel 2013, per ripetuti episodi, avvenuti in due diverse scuole tra il 2006 e il 2009.

Segnalando la vicenda ai Ministri competenti, – precisano – abbiamo sollecitato accertamenti per approfondire la vicenda ed evitare che qualcuno si macchi ancora di reati così gravi e continui a stare all’interno degli istituti”.