Dopo l’incidente mortale di ieri, non più rinviabile l’adeguamento della Statale 7 Basentana-Matera

1506

Martedì 24 maggio 2022 – Il Sindaco di Matera, Domenico Bennardi, i consiglieri regionalei Roberto Cifarelli e Luca Braia, il presidente del Circolo Culturale “La Scaletta”, Paolo Emilio Stasi, tutti a sollecitare il raddoppio e la messa in sicurezza della Statale 7 che collega la Basentana a Matera dove ieri si è registrato l’ennesimo incidente stradale, purtroppo mortale.

IL SINDACO DI MATERA BENNARDI

“Occorrono che i lavori di messa in sicurezza e raddoppio corsie della SS7 vengano realizzati nei tempi più celeri. L’incidente mortale di ieri – afferma in una nota il Sindaco di Matera, Domenico Bennardi – conferma quanto sostenuto da molto tempo e da più parti, il raddoppio delle corsie almeno nel tratto di collegamento da Matera alla Basentana è operazione fondamentale non più rinviabile per una strada più sicura e più agevole. Stiamo parlando di una statale ad alta percorrenza, tra le più trafficate in Basilicata, ancor più congestionata nei mesi di maggiore flusso turistico.

Il 7 maggio scorso presso la Provincia di Matera si è tenuto un incontro con il Responsabile nazionale delle nuove opere dell’ANAS, l’ingegnere Scalamandrè, per fare il punto sul raddoppio delle corsie.

Bisogna accelerare sul cronoprogramma di questi interventi che la Regione ha programmato, non possiamo permetterci questa frequenza di incidenti. Tre incidenti gravi e due morti sulle strade lucane in poche ore nella sola giornata di ieri.
La SS7 deve essere immediatamente adeguata anche per la presenza massiccia di mezzi pesanti, quindi camion e autocarri, ovvero quelli che che rischiano maggiormente e quotidianamente di invadere la corsia opposta. E’ impensabile che in sole due corsie opposte senza spartitraffico possano transitare autocarri silos. 

Ma non basta investire solo in infrastrutture e strade, occorre – conclude Bennardi – anche un’adeguata formazione sulle norme di sicurezza stradale auspicando più collaborazione con l’albo nazionale degli autotrasportatori per percorsi formativi in ambito di salute e sicurezza sul lavoro, favorendo un’azione di prevenzione degli infortuni sul lavoro per il trasporto merci”.

ROBERTO CIFARELLI, CAPO GRUPPO PD REGIONE BASILICATA

L’ennesimo incidente mortale sulla SS 7 dimostra quanto da tempo stiamo dicendo: la SS 7 necessità di interventi per la messa in sicurezza. Il raddoppio delle corsie nel tratto che collega Matera alla SS 407 Basentana non è più procrastinabile. E’ quanto dichiara il capogruppo PD in Consiglio regionale, Roberto Cifarelli.
In questo periodo, continua Roberto Cifarelli, i lavori sulla SS 407 Basentana stanno riverberando problemi di traffico anche sulla SS7, già particolarmente congestionata e pericolosa.
Occorre velocizzare tutte le procedure in essere, conclude il capogruppo PD Roberto Cifarelli, per fare in modo che questa maledetta strada smetta di fare vittime. La SS 7 deve avere la massima priorità nella programmazione della Regione Basilicata.

LUCA BRAIA, CAPO GRUPPO ITALIA VIVA REGIONE BASILICATA

“Neanche le tragiche notizie degli incidenti e le morti che si susseguono hanno persuaso la maggioranza di centro destra a votare il semplice impegno di parlarne, provare soluzioni che impegnano Presidente e Giunta a mettere in priorità assoluta il raddoppio della statale 7. Con mio grande rammarico vista l’emergenza e la contingenza del tema, è stata respinta l’immediata discussione dal Consiglio Regionale. Ho presentato, infatti, una mozione urgente, firmata anche dai colleghi consiglieri Cifarelli e Perrino, perché il Governo Regionale, il Presidente Bardi e l’Assessore Merra pongano in essere ogni azione utile affinché la Strada Statale 7, Appia Matera-Ferrandina, sia raddoppiata in tutto il suo tratto in lotti funzionali ed indipendenti, inserendola tra le priorità urgenti da cantierare. Si proceda allo sblocco di tutto ciò che osta, a livello decisionale e politico, alla realizzazione dell’opera di allargamento la Strada Statale 7, Appia Matera-Ferrandina in tempi immediati e si solleciti ANAS alla redazione del progetto.”

Lo dichiara il Consigliere Regionale Luca Braia, capogruppo Italia Viva.

“Negli ultimi giorni, tristissimo il bilancio – prosegue Braia – si stanno verificando incidenti purtroppo anche mortali sulla tratta che collega la città di Matera con la Basentana. Troppe sono le giovani vite oramai strappate alle famiglie per l’inadeguatezza di questa strada e di molte altre su cui la Regione Basilicata continua a procrastinare interventi di sicurezza. Per citare solo gli ultimi: sabato scorso un incidente con feriti sulla Ferrandina – Matera, a pochi chilometri dalla città. Questa settimana è iniziata purtroppo con ben due incidenti mortali. Un lunedì nero con un morto anche sulla statale 96 in località Taccone di Irsina (Matera), a seguito di un incidente in prima mattinata- un uomo deceduto durante lo scontro con un minibus, che trasportava cinque operai di una azienda edile pugliese. Sempre oggi, incidente sulla Ferrandina-Matera dove ha perso la vita un uomo di 89 anni.

PAOLO ELILIO STASI, PRESIDENTE CIRCOLO CULTURALE “LA SCALETTA”

“L’adeguamento della Strada Statale 7 nel tratto Matera-Basentana non è più rinviabile ed è possibile in tempi ragionevolmente brevi a patto che si rompano gli indugi e che si lavori senza altri ritardi e inutili discussioni alla sua realizzazione”.

E’ quanto sostiene il Presidente del Circolo La Scaletta, Paolo Emilio Stasi, che aggiunge: “Il progetto esiste, una parte delle risorse anche, e il resto dei finanziamenti può rivenire dai fondi a disposizione del Ministero per il Sud (oltre 63 miliardi di euro) a cui si può accedere, come ha ribadito la Ministra Carfagna, avendo a disposizione il progetto di fattibilità tecnico-economica. Si tratta di un intervento necessario per l’enorme mole di traffico, anche pesante, che si muove lungo la direttrice Adriatico-Tirreno, che necessita di un collegamento sicuro ed adeguato. Sono passati oltre 20 anni da quando il collegamento mediano Murgia-Pollino, di cui la Matera-Basentana fa parte, è stato inserito nella Legge Obiettivo che contiene tutte le infrastrutture ritenute strategiche per il Paese e nessun passo concreto in avanti è stato fatto per la sua realizzazione, se non la progettazione preliminare del primo tratto (Gioia del Colle-bypass Matera-Bivio Metaponto)”. 

Nel ribadire che il Circolo La Scaletta, da sempre, considera l’opera indispensabile per mettere in relazione i territori e le aree industriali lucane del Lagonegrese, della Valbasento e del Materano e soprattutto alleviare l’isolamento ed il conseguente spopolamento delle aree interne sia della provincia di Matera che di Potenza, Stasi sollecita: “Un impegno comune di Governo, Regione ed Anas per avviare immediatamente le procedure per la realizzazione della strada e nel contempo per dare corso alla progettazione del tratto della Statale 7 che va dal bivio di Metaponto fino alla Basentana. Non è più soltanto un problema legato allo sviluppo del nostro territorio. Sta diventando drammaticamente un’emergenza vista la pericolosità della strada che continua a costare vite umane”.

Foto: Sassilive.it