Nella serata di ieri, a Marconia di Pisticci, personale della Polizia di Stato in servizio presso il Commissariato di Pisticci, è intervenuto su un caso di danneggiamento aggravato avvenuto in pieno centro da parte di un uomo che con una spranga di ferro ha distrutto il parabrezza di un’auto di una persona, per futili motivi.

13521973_1027884163954078_604992323051580971_n

Di fatto, erano le 21.00 circa, mentre un giovane stava percorrendo regolarmente la via di casa, quando un’auto, che giungeva ad elevata velocità, lo sorpassava in maniera azzardata, spingendolo di fatto contro un marciapiede, danneggiando il cerchio dell’auto. L’auto pirata non fermava la sua corsa e faceva perdere le sue tracce. Il ragazzo rimasto in panne, veniva soccorso da un amico che, sentita la descrizione dell’auto, ne riconosceva come proprietario un vicino di casa, dove decidevano di recarsi , per istruire la pratica assicurativa. Ma la vicenda non aveva ancora sviluppato tutti i risvolti: giunti all’indirizzo del vicino, dal garage si intravedeva un uomo che, armeggiando nel portabagagli dell’auto corrispondente a quella descritta, ne tirava fuori una spranga di ferro, con cui si avventava verso i ragazzi, che trovavano rifugio nell’auto, su cui però l’uomo si avventava,  distruggendo praticamente il vetro laterale dell’auto e parte della carrozzeria.
I ragazzi si davano alla fuga chiamando il 113 e quando la Volante raggiungeva l’uomo, questi ammetteva le proprie responsabilità, giustificando il danneggiamento, con la sua paura  di essere a sua volta  aggredito dai due ragazzi.
L’uomo veniva accompagnato presso il Commissariato di Pisticci e denunciato per danneggiamento aggravato. Una situazione che per futili motivi, sarebbe potuta degenerare in modo assurdo.

Link sponsorizzato
Link sponsorizzato