Disordini durante la partita Matera-Tricarico | Il Questone adotta dieci Daspo

370

Venerdì 16 dicembre 2022 – Il Questore di Matera, dott. Eliseo Nicolì, ha emesso i provvedimenti di divieto di accesso a tutti gli impianti sportivi del territorio nazionale, ove si svolgono manifestazioni agonistiche calcistiche, ai sensi dell’art. 6, comma 1, legge 13/12/1989 n. 401, nei confronti di dieci persone.

Destinatari dei provvedimenti dieci tifosi tricaricesi, individuati per aver creato pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica, durante l’incontro di calcio, tenutosi il 22 maggio 2022, tra le compagini “A.S.D. Matera Città dei Sassi” e “A.S.D. Tricarico Pozzo di Sicar”, valevole quale fase finale dei “play off” dello scorso campionato di calcio di “Promozione lucana”.

Nell’occasione, i tifosi ospiti hanno introdotto all’interno dell’impianto sportivo petardi (o altro materiale esplodente) e fumogeni (ossia strumenti destinati all’emissione di fumo) facendone uso e lanciandoli, poi, sul campo di gioco e dietro gli spalti della “Curva Nord”, così creando concreto pericolo per l’incolumità delle persone presenti all’interno di un settore affollato dello stadio.

Il personale della D.I.G.O.S. (Divisione Investigazioni Generali Operazioni Speciali), all’esito di una laboriosa attività investigativa, eseguita anche avvalendosi della documentazione video-fotografica elaborata dal Gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica della Questura di Matera, ha deferito in stato di libertà all’A.G. competente i dieci tifosi tricaricesi, indagati per i reati, in concorso continuato, di cui agli artt. 6 bis, comma 1 e 6 ter, comma 1, legge 401/1989 (lancio di materiale pericoloso in occasione di eventi sportivi e possesso di artifizi pirotecnici in occasione di manifestazioni sportive). 
La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Matera ha emesso l’Avviso di conclusione delle indagini preliminari e le posizioni dei singoli indagati verranno verificate in giudizio, stante la presunzione di innocenza.