Le indagini dei Carabinieri hanno preso avvio in seguito alla segnalazione di alcuni consiglieri comunali del Comune di Atella (PZ), in merito ad alcune assunzioni dirette compiute senza pubblicità effettuate dal primo cittadino di Atella, Nicola Telesca e da tre funzionari comunali, Francesco Bonelli, Domenico Guidotti e Salvatore De Grazia.

Secondo la Procura di Potenza si era in presenza di una serie di assunzioni dirette, “senza alcuna pubblicità”, e più in generale “un sistema per nulla trasparente di gestione dell’amministrazione”.

Per tali motivi il GIP di Potenza ha applicato quattro misure cautelari personali a carico dei soggetti suddetti per i reati di: concorso in abuso d’ufficio (per Guidotti, Telesca e Bonelli), concorso in corruzione per atti contrai ai doveri d’ufficio (per De Grazia e Bonelli) e concussione (solo per il Bonelli).

Le suddette modalità illecite sono state altresì riscontrate da parte degli stessi soggetti indagati anche in merito alla gestione della società AMA srl (società a totale partecipazione pubblica del Comune di Atella) che si occupava della gestione della discarica dello stesso Comune lucano.