La Compagnia dei Carabinieri della Compagnia di Venosa, alla guida del Capitano Alessandro Vergine, ha messo a segno un ulteriore risultato per porre un freno al fenomeno dei reati contro il patrimonio e la persona.

I militari della dipendente Stazione Carabinieri di Lavello infatti, nella serata di ieri, hanno arrestato il 64enne G.F., pregiudicato del posto, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso il 17 gennaio scorso dal Tribunale di Potenza.

Il provvedimento in questione è scaturito dalla condanna definitiva dell’uomo ad anni 2, mesi 10 e giorni 1 di reclusione, per i reati di sostituzione di persona, estorsione e truffa, tutti commessi nei comuni di Potenza e Rionero in Vulture, nel periodo compreso tra agosto 2007 e febbraio 2008.

L’uomo è stato tratto in arresto a Lavello per poi essere trasportato dalle forze dell’ordine presso la propria abitazione dove proseguirà la detenzione domiciliare, così come espressamente disposto dall’Autorità Giudiziaria.