Giovedì 10 giugno 2014 – Conclusa a Tito Scalo la terza tappa del tour vaccinale Hitachi Rail, prima grande azienda in Italia a diventare hub vaccinale per i propri dipendenti e per quelli delle società che lavorano nel perimetro aziendale Hitachi.

Nel vaccine-day dello stabilimento potentino sono state immunizzate circa 100 persone che si aggiungono alle 600 vaccinate a Reggio Calabria e alle 1.500 a Napoli.
La campagna vaccinale Hitachi Rail contribuisce ad accelerare il processo di immunizzazione al Covid-19 della popolazione italiana ed è esempio tangibile del valore creato dalla sinergia delle istituzioni, nazionali e territoriali, ed il sistema produttivo ed industriale.

L’organizzazione di Hitachi Rail prevede l’uso di un truck medico itinerante, con a bordo personale sanitario specializzato, incluso un rianimatore, che viaggerà tra i vari siti italiani.
Dopo Tito Scalo, il truck tornerà a Reggio Calabria per completare le seconde dosi e non solo. Dall’11 al 12 giugno, infatti, in Hitachi Rail potranno vaccinarsi anche circa 150 familiari dei dipendenti del sito calabrese. Per la settimana prossima, inoltre, il truck farà tappa a Pistoia dove si prevedono 1.500 vaccinazioni.
Il piano vaccinale di Hitachi Rail punta ad immunizzare circa 5.700 persone tra lavoratori dell’azienda e personale delle società fornitrici che stabilmente lavorano presso le sue sedi italiane, con adesione su base volontaria.

I costi dell’intera campagna sono a carico di Hitachi, ad eccezione delle dosi di vaccino.
«Siamo molto contenti di poter contribuire alle campagne vaccinali nelle Regioni di Italia in cui siamo presenti e siamo molto soddisfatti – afferma Ulderigo Zona, Executive Officer Hitachi Rail – dei numeri che stiamo ottenendo. Un obiettivo ambizioso reso possibile grazie al costante dialogo con le Regioni e anche grazie anche al supporto delle nostre organizzazioni sindacali in ogni nostro sito sin all’inizio della pandemia siamo riusciti a sensibilizzare i dipendenti sull’importanza della vaccinazione ma anche a rispettare le medesime precauzioni contro la diffusione del virus, anche dopo essere stati vaccinati».

Antonio Braia, Presidente del Comitato della Piccola Industria di Confindustria Basilicata, dichiara: «Oggi è un grande giorno. Anche in Basilicata parte la campagna di vaccinazione aziendale. Siamo orgogliosi di poter rappresentare realtà come Hitachi Rail che in questi mesi hanno dato prova di straordinario impegno nella lotta contro la pandemia e di grande vicinanza ai lavoratori, alle comunità e ai territori. Contiamo di poter avviare le vaccinazioni al più presto anche nelle altre tante imprese lucane che hanno risposto all’appello di Confindustria, molte delle quali sono già pronte a partire».

Erano presenti, inoltre, il direttore generale di Confindustria Basilicata, Giuseppe Carriero, il direttore dello stabilimento di Tito, Vincenzo Damiano, l’assessore regionale alla Sanità Rocco Leone e l’assessore alle Attività produttive del Comune di Tito, Giusy Laurino.